Teresa Lambertucci lancia il nuovo Pd:
“Sarò un segretario autonomo”

Concluso il congresso provinciale. Vince la candidata renziana che promette "Un partito aperto al territorio e una direzione rinnovata". Amarezza di Mario Antinori per le contestazioni sul voto degli ultimi giorni
- caricamento letture
Lambertucci

Teresa Lambertucci

di Gabriele Censi

“Si è chiusa una fase importante ed ora bisogna mettersi subito al lavoro per un partito forte e autorevole con primo obiettivo la gestione unitaria”. Sono le prime dichiarazione della neo eletta segretaria del Pd della provincia di Macerata Teresa Lambertucci.  I congressi di circolo si sono conclusi ieri sera con l’ultimo voto a Sant’Angelo in Pontano (unito con San Ginesio), 11 a 10 per Lambertucci. Nel pomeriggio si era votato a Fiuminata (2 a 9) e Montecosaro (14 a 0) ma era già stato quasi decisivo il turno di domenica scorsa con il voto nei principali centri:  a Macerata (161 a 90 ), a Civitanova ( 133 a 294), a Recanati (141 a 163) e a Tolentino (133 a 13). Rilevante anche il voto precedente di Potenza Picena (98 a 57) e di Porto Recanati (11 a 49). La distanza tra i due candidati alla fine non è stata cospicua, circa 200 voti, con qualche strascico non determinante: sono pendenti due ricorsi per Colmurano e Civitanova, ma il risultato finale è stato riconosciuto da Mario Antinori. Teresa Lambertucci intende incontrare Antinori prima possibile, verosimilmente dopo la proclamazione che ci sarà all’assemblea, convocata da l’ex segretario Roberto Broccolo sabato mattina (Macerata, Asilo Ricci ore 9.30*).

Sciapichetti_Lambertucci_Comi

Angelo Sciapichetti, Tersa Lambertucci e Francesco Comi

“Vedremo se sarà possibile raggiungere quella unitarietà mancata alla vigilia del congresso – spiega Teresa Lambertucci -, la direzione sarà rinnovata e seppure non lo impone lo statuto penso che chi ricopre incarichi istituzionali non debba farne parte, i cosiddetti maggiorenti saranno utili accompagnando questo percorso. Interpreterò il mio ruolo in completa autonomia, la mia storia lo testimonia. Questo Pd dovrà essere aperto al territorio, alle rappresentanze delle categorie produttive, ai sindacati e alle associazioni, anche i non iscritti dovranno essere coinvolti.  Ringrazio tutti per il lavoro svolto in queste settimane, io ho girato come una trottola, è stato impegnativo, psicologicamente e fisicamente, soprattutto negli ultimi giorni in cui ho ripreso il mio lavoro dopo un settimana di ferie dedicata esclusivamente al partito”.

Antinori

Mario Antinori

Mario Antinori, lo sconfitto, si ritiene comunque soddisfatto del risultato: “Siamo arrivati ad un passo dalla vittoria partendo molto indietro e c’è l’amarezza di averla mancata per poco. Ora abbiamo un Pd spaccato a metà come una mela. Però riscontro che la nostra idea di partito è stata accolta e i nostri sette punti recepiti , ora bisogna continuare su questa strada”. “Un bel congresso, peccato per gli ultimi giorni…” Antinori ritorna sul caso Colmurano che ha avuto un esito anomalo (88 a 3) in un piccolo comune, nel quale il Pd raggiunge circa 120 preferenze alle elezioni generali, e sul quale ha presentato ricorso:  “Bisogna fare chiarezza per non lasciare macchie sul partito, al di là della legittima elezione di Teresa Lambertucci, alla quale faccio il mio in bocca al lupo”. Tra le anomalie di un risultato poco chiaro ci sarebbe la scelta di un garante anche candidato, dall’altra parte un ricorso è stato presentato per la verifica del voto a Civitanova da Teresa Lambertucci che confida nelle decisioni conclusive della commissione per archiviare la vicenda.

*Aggiornamento: La commissione di garanzia ha certificato il risultato: a Lambertucci 1.271 voti (54,22%) e 60 delegati all’Assemblea provinciale, a Mario Antinori 1.074 (45,81%) e 51 delegati. Tutti i ricorsi presentati  sono stati respinti dalla commissione di garanzia.  Rinviata l’assemblea prevista per sabato 9

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X