Improvvisa accelerazione su Valleverde
Sabato la cerimonia di apertura

Il Comune annuncia l'inaugurazione della zona industriale, commerciale e direzionale di Piediripa. Una vicenda che va avanti dal 2003
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
valleverde

Valleverde

 

Sabato, primo dicembre, taglio del nastro per la zona industriale, commerciale e direzionale Valleverde a Piediripa. Lo comunica il Comune di Macerata attraverso una nota stampa.

  Alla cerimonia di apertura, fissata per le ore 10, interverranno il sindaco Romano Carancini, il presidente del Consorzio urbanistico Valleverde, Enzo Reschini e tutte le autorità cittadine.

 “Si tratta del più grande intervento urbanistico destinato alle attività produttive mai svolto a Macerata – si legge nella nota  – che ha visto la luce nel 2003, anno in cui è nato il Consorzio.

  L’area di insediamento ha un’estensione di 57 ettari, quasi 5 chilometri di strade, di oltre 100.000 mq è la superficie riservata a viabilità e parcheggi mentre quella riservata al verde è di 66 metriquadrati, i lotti sono 68,  di cui 43 industriali/artigianali, 19 commerciali e 2 direzionali, tutti assegnati, per un costo totale  di realizzazione di 12.000.000 di euro”.

Valleverde-2

L’ingresso di Valleverde

  “Valleverde da progetto è diventato realtà, una realtà  importante per la città – interviene il sindaco Romano Carancini –  sia dal punto di vista occupazionale ma anche economico con l’insediamento delle imprese che si sono dirette verso Piediripa e di estremo interesse per il nostro territorio, una realtà che offrirà un apporto considerevole anche al miglioramento della viabilità urbana ed extraurbana”.

  Con Valleverde è stata ampliata la zona produttiva della frazione maceratese, da una  parte fino al confine territoriale, dall’altra fino alla strada vicinale di san Claudio in collaborazione con gli imprenditori che hanno costituito il Consorzio urbanistico Valleverde il quale ha eseguito a proprio carico tutte le opere di urbanizzazione  primaria, ovvero strade, fogne, illuminazione, parcheggi e verde pubblico.

  “Si tratta – afferma il presidente del Consorzio Valleverde, Enzo Reschini, subentrato a Graziano Pambianchi –  di un importante traguardo raggiunto da tutti i soci del consorzio in un momento particolarmente difficile per il nostro Paese. E di questo siamo fieri. Sabato consegneremo al Comune una delle più importanti opere produttive del territorio che indubbiamente favorirà le varie attività delle imprese creando  nuova occupazione”.

***

– L’inchiesta dell’avvocato Giuseppe Bommarito sul caso Valleverde: (leggi la prima parte); (leggi la seconda parte)

Le reazioni:  amministratori e imprenditori analizzano la vicenda dell’insediamento produttivo di Piediripa e dello svincolo di San Claudio (leggi l’articolo).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X