Carancini: “Dal Pdl solo fango e falsità
Mai ricevuto incarichi dall’Apm”

Dura replica del sindaco di Macerata: "Non riuscendo a parlare di contenuti saltano il confronto politico e passano all'attacco personale cambiando le carte in tavola. E' un comportamento ignobile"
- caricamento letture

 

carancini-replica-1-300x220

Il sindaco Carancini durante la conferenza stampa di questa mattina

di Matteo Zallocco

“Hanno cercato migliaia di pagine come topi di fogna per poi darne un’interpretazione sbagliata con il chiaro scopo di gettarmi letame addosso”. Il sindaco Romano Carancini ha replicato questa mattina in Comune all’attacco del Pdl che ha presentato una mozione di censura contestando incarichi ricevuti dall’Apm (leggi l’articolo). “Se avessero letto bene le carte dell’Apm avrebbero visto che non c’è nulla che può far pensare ad incarichi diretti. Vogliono far passare degli incarichi penali come civili – tuona il sindaco – quando invece  tutti sanno che la responsabilità penale non ricade sulla società ma sulla persona e l’imputato ha il pieno diritto di scegliersi autonomamente il proprio legale di fiducia. Gli incarichi sono stati conferiti prima della mia elezione a sindaco, dal 2007 al 2009”. Per quanto riguarda i pagamenti il sindaco cita l’esempio dei giornalisti che riguarda anche altre categorie: “Se un giornalista prende una querela ha la libertà di scegliersi un legale, poi è la testata ad assumersi l’onere della spesa. L’Apm non ha mai pagato parcelle per incarichi da essa conferiti al sottoscritto ma ha assunto l’onere economico, come terzo soggetto. In questo caso il legale non ha alcun rapporto con la Società”.
Carancini parla anche dell’articolo 21 dello Statuto comunale citato dal Pdl: “Sfido qualsiasi persona che sappia leggere l’italiano a dimostrare che io ho ricevuto incarichi dall’Apm”. E poi passa al contrattacco: “Sono 

carancini-assessori-4-300x209

Gli assessori presenti nella sala consiliare del Comune

solo attacchi personali che reputo ignobili perché si entra in una sfera diversa dal confronto politico. Mi si dica che sono un incapace, sono pronto ad accettare critiche sul mio operato da sindaco, ma è inaccettabile questo modo di fare del Pdl che getta fango sulla sfera personale e professionale facendo intendere subdolamente che abbia ricevuto privilegi e che abbia rubato soldi. Io quello che mi sono guadagnato l’ho fatto lavorando dalla mattina alla sera per 25 anni. Questo è puro dossieraggio nei miei confronti, d’ora in avanti mi posso aspettare di tutto, hanno davvero toccato il fondo”. E ancora: “Mi dispiace perché a sostenere questo attacco ci sono anche persone che stimavo sotto il profilo personale e politico. Ma questo mi dà forza ed energia per andare avanti, evidentemente non ci sono altri motivi per metterci in difficoltà se non andare a ricercare questi documenti che risalgono a diversi anni fa. La loro interpretazione strumentale ha già leso la mia persona e la mia professionalità (io non vivo di politica!) e sarebbe una bella soddisfazione se qualcuno li denunciasse. La giurisprudenza consente ai consiglieri comunali e in genere ai politici di poter dire qualsiasi cosa mascherandolo come intervento politico, trovo questo comportamento del Pdl ignobile”, ribadisce il sindaco.
La replica di Carancini è indirizzata al gruppo consiliare del Pdl ma spesso e volentieri cita un solo nome, quello di Deborah Pantana, vicepresidente del Consiglio comunale. “Parlano di fallimenti della Giunta Carancini – aggiunge – senza entrare nei contenuti. Abbiamo avviato la carancini-replica-2-300x199giunta itinerante e la destra, a partire dalla Pantana, non riuscendo evidentemente a parlare con la gente, ha subito utilizzato questi appuntamenti per avere un po’ di visibilità. Magari la Pantana sta cercando qualche sponda al di fuori del Pdl…”
Il sindaco ha poi elencato sommariamente quanto fatto dall’Amministrazione dal 30 maggio 2010 a oggi sottolineando che “tra i tagli dei trasferimenti statali e il Patto di stabilità, la spesa strutturale è stata ridotta di 2 milioni di euro, ma nonostante ciò abbiamo mantenuto la spesa per il sociale (57%), la cultura (17%) e la scuola (11%), ridotto la spesa del personale del 2% e tagliato del 5% i compensi della Giunta”.

Cronache Maceratesi richiederà un elenco analitico con quanto fatto da questa Amministrazione per sottoporlo all’attenzione dei cittadini.

(foto di Guido Picchio)

***

Il sindaco risponde ai cittadini (GUARDA IL VIDEO)

carancini-replica5-300x199



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X