Convenzione area floristica,
si guarda al turismo
del Nord Europa

CIVITANOVA - Rinnovato l'accordo che vede Comune e Legambiente insieme per la tutela di un fazzoletto di spiaggia incontaminato al confine con Porto Potenza. Poste le basi verso una gestione pluriennale
- caricamento letture
gruppo

Da sinistra: Marco Ciarulli direttore Legambiente Marche, Marco Cervellini e Giorgia Belforte con il sindaco Fabrizio Ciarapica e l’assessore all’ambiente Giuseppe Cognigni

 

Firmato il rinnovo per la convenzione nell’area floristica protetta: poste le basi per un rinnovo pluriennale. Il comune di Civitanova ha conferito al circolo “Sibilla Aleramo” di Legambiente l’incarico per la gestione dell’area floristica protetta denominata “Tre Case”, acquisita in comodato d’uso dall’ente dalla società agricola Vallesi mediante precedente atto.firma-area-Tre-case Da diversi anni, l’accordo tra Comune, privati e Legambiente ha permesso la tutela ambientale di quell’area tra Civitanova e Porto Potenza dove sono presenti specie floristiche rare e in via di estinzione. Dall’incontro di stamattina, che si è svolto nella sala della giunta comunale, è emerso in maniera unanime che il progetto cresce insieme all’attenzione ambientale della città. La firma di oggi è andata ben oltre la sottoscrizione di un documento di durata annuale, ma è stata utile ad impostare la visione futura dell’area, verso una gestione istituzionale e pluriennale, che punta ad un turismo in chiave naturalistica molto ricercato dai visitatori del Nord Europa. Il suggerimento di Marco Cervellini, componente del consiglio direttivo e responsabile delle aree protette del circolo Sibilla Aleramo, è stato recepito dal sindaco Fabrizio Ciarapica e dall’assessore al verde Giuseppe Cognigni, i quali hanno ribadito gli obiettivi di una Civitanova più verde, più attenta alla tutela dell’ambiente e degli animali. «Ci tenevo molto a quest’incontro – ha detto il sindaco Ciarapica – perché al di là del rinnovo della convenzione mi dà l’occasione per ringraziare la presidente Belforte e tutto il circolo di Legambiente “Sibilla Aleramo” per il lavoro svolto in tutti questi anni. Giorgia Belforte è da 30 anni a capo del sodalizio e si è battuta ed ha lavorato per una città più pulita e attenta al verde e con un’anima animalista. Bene ha fatto a pungolare e proporre alle varie amministrazioni questi temi e con vero orgoglio ricevo da lei il plauso per le tante piantumazioni in città, cui si aggiunge la manutenzione dei verdi e dei parchi, l’apertura delle aree di sgambamento cani e l’obiettivo di portare avanti il progetto del parco fluviale del Chienti con i percorsi pedonali e ciclabili». Marco Ciarulli, direttore Legambiente Marche si è detto felice di questa unione di intenti e dell’impegno verso un percorso di crescita integrato. L’assessore al Verde e decoro urbano Giuseppe Cognigni, ha anticipato la volontà di proseguire con le piantumazioni dei viali della città. «Civitanova punta sul verde come parte di una riqualificazione generale che la farà diventare sempre più città di riferimento della Regione» ha detto Cognigni. «Legambiente – ha concluso Giorgia Belforte – è ben felice di occuparsi di questa importante area da recuperare e gestire ai soli fini della conservazione dell’ambiente naturale. Nel rispetto della normativa legata al Covid, proseguiremo nell’opera di formazione e crescita della coscienza ecologica dei cittadini ed in particolare dei giovani».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X