Musicultura, 16 finalisti sul palco
In collegamento Guido Catalano

LIVE - In scena domani alle 21 al teatro Persiani di Recanati gli artisti che puntano alle finalissime di giugno allo Sferisterio di Macerata. Ospite speciale lo scrittore che fa anche parte del comitato artistico. L'impegno di Banca Macerata a sostegno del festival
- caricamento letture
finalisti-musicultura-3-650x325

I 16 finalisti di Musicultura

 

Domani in scena i 16 finalisti della trentaduesima edizione di Musicultura, con il concerto in anteprima nazionale al teatro Persiani di Recanati alle 21. La serata verrà trasmessa in diretta da Rai Radio 1, la Radio ufficiale di Musicultura e in streaming online. «Siamo sempre al fianco della straordinaria realtà che Musicultura rappresenta da 32 anni in tutto il territorio nazionale – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi – lo scorso anno, subito dopo il lockdown proprio da Recanati abbiamo fatto ripartire la musica dal vivo in Italia e oggi rinnoviamo con forza e passione questo importante appuntamento del concorso ringraziando Ezio Nannipieri e tutto lo staff di Musicultura e gli amici di Rai Radio 1. Spero che la Città dell’infinito porti fortuna ai ragazzi e che questa tappa possa essere un viatico per tanti altri successi».

Gli artisti finalisti di Musicultura 2021 escono da un lungo percorso di selezione, iniziato nel mese di novembre dell’anno scorso a partire da 1.123 candidature e dall’ascolto di 2.126 canzoni, per approdare alle 63 proposte convocate a testare il loro potenziale dal vivo nel mese di marzo alle Audizioni Live. La maratona musicale, che per dieci giorni consecutivi ha acceso il teatro Lauro Rossi di Macerata, ha raggiunto in streaming oltre mezzo milione di spettatori. Moltissimi di loro hanno accolto l’invito ad esprimere in diretta ogni sera le proprie preferenze, per assegnare la Targa Banca Macerata, l’ambito riconoscimento del pubblico, che è andato rispettivamente ad Assurditè, Buva, Dealer,  Francesca Sarasso, Gaia Gentile, Henna, Luk, Miglio, Queen of Saba e Ziliani.

ASSESSORE-COMUNE-DI-MACERATA-RICCARDO-SACCHI-PREMIA-ZILIANI-

L’assessore Riccardo Sacchi durante la consegna delle targhe Banca Macerata

«Istituendo la Targa Banca Macerata abbiamo voluto contribuire, anche nella delicata fase delle audizioni, a far percepire ai giovani artisti in concorso il contatto col pubblico – ha dichiarato Ferdinando Cavallini, presidente di Banca Macerata -. Un riconoscimento al talento che nelle serate finali del Festival si tradurrà nel Premio più importante di Musicultura, ovvero l’assegno di 20mila euro che andrà all’artista e alla canzone preferiti  dal pubblico dello Sferisterio. Il premio è un sostegno alla creatività giovanile, un investimento basato sul merito, che vuole aiutare concretamente un giovane artista a mantenere la sua indipendenza espressiva, in uno snodo delicato di un percorso, come è l’inizio di una carriera». Tra i dieci artisti premiati dal pubblico delle Audizioni live, tre – Henna, Luk e Miglio – sono stati confermati dalla giuria del festival e sono entrati nella rosa dei sedici finalisti ora attesi alla prova del concerto al teatro Persiani di Recanati.

I nomi ed i rispettivi titoli delle canzoni dei 16 artisti finalisti che si esibiranno a Recanati: Brugnano (Napoli) “Canzoni da mangiare insieme”, Elvira Caobelli (Verona) “Grazie a Dio ne sono fuori”, Caravaggio (Latina) “Le cose che abbiamo amato davvero”, Ciao sono Vale (Bergamo) “Tutto ciò che vuoi”, Elasi (Alessandria) “Valanghe”; Henna (Sondrio/Milano) “Au revoir”, Lorenzo Lepore (Roma) “Futuro”, Luk (Napoli) “Lune storte”, Miglio (Brescia/Bologna) “Pornomania”, Mille (Velletri, Roma) “La radio”, Sara Rados (Firenze) “Carapace”, Francesca Romana Perrotta (Lecce/Forlì) “Dentro a un bar”, Sesto (Trieste) “Sbalzi”, Sudestrada (Forlì/Cesena) “Bazar”, The Jab (Ivrea, TO) “Giovani favolosi”, The Pax Side Of The Moon (Brianza) “Lombardia (dicon tutti che sei mia)”.

«Felicissimi di tenere a battesimo i 16 giovani finalisti del Festival Musicultura, rappresentano un grande esempio di talento e di determinazione anche per i nostri ragazzi. La canzone d’autore con il suo linguaggio emozionale è una vera e propria sorgente d’ispirazione e di benessere per tutti – ha affermato l’assessora alle Culture Rita Soccio – la città della poesia e della musica, dove Musicultura è nata, vuole lanciare un messaggio forte di ripresa al mondo dello spettacolo, facendo rivivere la bellezza ottocentesca del nostro storico Teatro Persiani, per troppo tempo rimasto spento, cuore pulsante di Recanati».

Sarà uno special di Music Club, il noto programma radiofonico ideato e condotto da John Vignola, ad ospitare il concerto dei 16 finalisti dalle 21,05 alle 23,30 nella diretta di Rai Radio1, alla quale parteciperanno Marcella Sullo e Duccio Pasqua.

Guido-Catalano

Guido Catalano

«Questi brani confermano che nel grande albero della canzone italiana scorre linfa vitale – ha affermato Ezio Nannipieri direttore artistico di Musicultura – i suoni, i tratti melodici, la sintassi, il ritmo del pensiero e del discorso qui si trasformano non per seguire la moda o il capriccio, ma per aggiornare la necessità profondamente umana di sintonizzarsi con un qualcosa che viene davvero dal dentro per confrontarsi con l’esterno». Ospite in collegamento della serata sarà il “poeta professionista vivente”, come lui suole definirsi, Guido Catalano, componente anche del Comitato Artistico di Musicultura. Per lo scrittore, che negli ultimi anni si è imposto per l’originalità con cui entusiasma i lettori e la regolarità con cui scala le classifiche, sarà anche l’occasione per interpretare col suo modo inconfondibile qualche passo del suo ultimo libro, “Fiabe per adulti consenzienti” (Rizzoli).

Per gli artisti finalisti la tappa recanatese è un festoso rendez vous ed insieme un giro di boa per il prosieguo del concorso. Dopo il concerto in anteprima nazionale di presentazione, i brani finalisti entreranno in programmazione nel mese di maggio su Rai Radio 1, parallelamente saranno sottoposti al vaglio del prestigioso Comitato Artistico di Garanzia del Festival nonché ai gusti e al voto del popolo dei social. Entro fine maggio sarà inoltre disponibile in tutti gli store digitali, e nei negozi in versione, fisica il Cd coi le canzoni finaliste della XXXII edizione di Musicultura (label Musicultura – Cni).

Solo in otto artisti saliranno infine sul podio dei vincitori, due eletti dai social e sei scelti dal Comitato di Garanzia, primi firmatari del quale furono nel 1990 Fabrizio De André e Giorgio Caproni e che oggi è composto da: Claudio Baglioni, Brunori Sas, Diego Bianchi, Francesco Bianconi, Luca Carboni, Francesca Archibugi, Enzo Avitabile, Alessandro Carrera, Guido Catalano, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Frankie hi-nrg mc, Giorgia, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Antonio Rezza, Vasco Rossi, Ron, Enrico Ruggeri, Tosca, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Riccardo Zanotti. Musicultura 2021 vivrà il suo culmine a giugno, nella settimana dal 14 al 19, con il ricco programma degli appuntamenti della Controra nel centro storico di Macerata e le serate finali di spettacolo allo Sferisterio, dove gli otto vincitori del concorso condivideranno il palco con gli importanti ospiti nazionali ed internazionali di Musicultura. Sarà il pubblico dello Sferisterio a decretare il vincitore assoluto della XXXII edizione del Festival, al quale andranno i 20mila euro del Premio Banca Macerata.

Riccardo-Sacchi-Sandro-Parcaroli-Loris-Tartuferi-Ezio-Nannipieri-Ferdinando-Cavallini

Loris Tartuferi

Ferdinando Cavallini, presidente di Banca Macerata, spiega che «istituendo la Targa Banca Macerata abbiamo voluto contribuire, anche nella delicata fase delle audizioni, a far percepire ai giovani artisti in concorso il contatto col pubblico. Un riconoscimento al talento che nelle serate finali del Festival si tradurrà nel Premio più importante di Musicultura, ovvero l’assegno di 20 mila euro che andrà all’artista e alla canzone preferiti  dal pubblico dello Sferisterio. Il premio è un sostegno alla creatività giovanile, un investimento basato sul merito, che vuole aiutare concretamente un giovane artista a mantenere la sua indipendenza espressiva, in uno snodo delicato di un percorso, come è l’inizio di una carriera»

«Con la partnership ed i premi che abbiamo messo a disposizione di Musicultura, Banca Macerata intende aiutare i giovani e i loro talenti ad emergere, un valore per noi fondamentale,  legato ad un importante  filone di  progetti nati  a sostegno dei ragazzi che la Banca ha sempre  promosso negli anni nella nostra comunità maceratese – ha affermato Loris Tartuferi, fondatore e presidente onorario di Banca Macerata -. I giovani sono il nostro futuro e troppo spesso non vengono aiutati a realizzare i loro sogni, dimenticando che sono loro il motore propulsore e innovativo del nostro presente. Banca Macerata crede fortemente nel fatto che i giovani debbano essere incoraggiati a sviluppare quelle abilità che permetteranno loro di inserirsi nella società e soprattutto di contribuire ai cambiamenti culturali ed economici del paese con le loro nuove idee».

 

 

 

Musicultura, ecco i 16 finalisti «Per le loro canzoni è tempo di andare tra la gente»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X