«Il nuovo spazio dello Sferisterio
intitolato a Piero Cesanelli»

MACERATA - L'annuncio del sindaco Carancini durante la prima serata delle audizioni live di Musicultura. Domani secondo appuntamento al teatro Lauro Rossi con Stefano Vergani, Disarmo, Beatrice Arnera, Berlino84, Leonardo Angelucci
- caricamento letture
Piero-Cesanelli

Piero Cesanelli allo Sferisterio

Il nuovo spazio dello Sferisterio di Macerata dedicato alla memoria di Piero Cesanelli, morto lo scorso 28 settembre a 73 anni. Questo l’annuncio del sindaco Romano Carancini ieri sera al teatro Lauro Rossi in occasione della prima audizione live di Musicultura 2020. «Un piccolo gesto simbolico per ricambiare l’immenso valore che Piero Cesanelli ha dato al nostro territorio», ha spiegato Carancini ricordando il fondatore del festival.

La-Rappresentante-di-lista-1-325x217

La rappresentante di lista

Subito dopo a incantare il pubblico che ha riempito il teatro è stata La rappresentante di lista, per la prima volta a Musicultura sei anni fa: «Siamo più emozionati oggi di quando siamo arrivati qui la prima volta», ha detto Veronica Lucchesi, accompagnata al pianoforte da Dario Mangiaracina prima di intonare Panico, Guardateci Tutti, Questo Corpo e La Rappresentante di Lista, brano con cui il duo è stato finalista di Musicultura nel 2014. A grandissima richiesta, La rappresentante di lista ha concluso la sua intensa esibizione con Maledetta tenerezza accompagnata dai canti e dai grandi applausi del pubblico in sala.

Tra le prime file nella platea del teatro, in attento ascolto, la giuria di Musicultura capitanata dal direttore artistico del festival Ezio Nannipieri e formata da Stefano Bonagura critico musicale, Marco Maestri compositore, Fiamma Sanò giornalista, Marcello La Matina dell’Università di Macerata, Roberto Giambò dell’Università di Camerino e gli studenti dei due atenei partner del festival.

LEMURI-

I Lemuri

Ad aggiudicarsi il “Premio Med Store” della giuria di Musicultura, per la migliore esibizione della serata Lemuri di Roma. Vittorio Centrone è il creatore di Lemuri cantautore visionario, nato dalla traslazione dell’artista con uno spirito similare da cui è scaturita una vera e propria opera rock. Lemuri con un look da rockstar, ricco di influenze dandy ottocentesche e dettagli di trucco che richiamano alla tradizione degli indiani d’America ha presentato i brani: Cose inutili, Don Chisciotte e Niente da dire.

I-MIEI-MIGLIORI-COMPLIMENTI

I miei migliori complimenti

Il “Premio Val di Chienti” decretato dal pubblico presente è andato a I miei migliori complimenti, musica di forte ispirazione elettronica internazionale creata col Macbook che parla “d’amore e di frutta”. Un progetto di Walter Ferrari che “vive a Milano, ha studiato alla Bocconi, amato Carolina e pianto al Rocket” così si racconta l’artista che ha conquistato i presenti con i suoi brani: Colazione da Gattullo, Da paura e Inter Cagliari.

Sul palcoscenico del Lauro Rossi apprezzatissima l’esibizione di Hanami di Napoli, l’artista più giovane della serata, che accompagnata dalla sua chitarra ha offerto al pubblico con una vasta gamma di sfumature vocali Ambra, Mentre coglievi un fiore e Contro volontà.  Dalla Brianza a Musicultura gli Insonia Rosa: Sonia Rosa e Massimo Lucia, due cantautori che hanno presentato i brani Viola di sera, Amore sporco e Il sole ci nasconde. Le audizioni live al teatro Lauro Rossi di Macerata aperte al pubblico, continuano a ritmo incessante di 4/5 esibizioni degli artisti in gara ogni sera, in programma per domani (sabato) Stefano Vergani, Disarmo, Beatrice Arnera, Berlino84, Leonardo Angelucci

I-MIEI-MIGLIORI-COMPLIMENTI

LEMURI-

Sindaco-Romano-Carancini-jpg



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X