facebook twitter rss

Bretella di Macerata, progetto a marzo
Rotatoria a Civitanova: ipotesi 2021
«E servono 4 corsie per Villa Potenza»

VIABILITA' - Incontro oggi pomeriggio con il presidente della Provincia Antonio Pettinari e la vicepresidente della Regione Anna Casini a Confartigianato. Tra gli obiettivi investimenti nella Valle del Potenza, sono pronti 11 milioni. Passi avanti anche per il collegamento tra Campogiano-La Pieve e via Mattei
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
49 Condivisioni

Da sinistra: Renzo Leonori, Antonio Pettinari e Anna Casini

 

di Mauro Giustozzi

La bretella di Macerata che avrà il progetto esecutivo entro marzo, il progetto di rotatorie alla fine della superstrada a Civitanova che potrebbe vedere il via dei lavori nel 2021, la necessità di un riequilibrio della viabilità sulla vallata del Potenza con il progetto della pedemontana Fabriano-Muccia che, pur a rilento per i problemi della ditta capofila, va avanti e quella del collegamento Tolentino-San Severino che è nella fase di scelta del progetto finale, con 4 ipotesi in campo.

Anna Casini vice presidente della Regione Marche e assessore alle Infrastrutture e Urbanistica, Nardo Goffi dirigente del Servizio Tutela, gestione e assetto del territorio e Antonio Pettinari presidente della Provincia di Macerata nonché membro del Cda di Quadrilatero Marche e Umbria spa si sono confrontati con i vertici di Confartigianato imprese Macerata, Ascoli e Fermo su una problematica di cui soffre il nostro territorio ma che, all’orizzonte, vede la luce di progetti che sono in fase avanzata di progettazione, la gran parte, ed altri che lo saranno a breve. Con il nodo dei tempi, molto importanti come ribadito da Giuseppe Mazzarella presidente regionale dell’associazione degli artigiani, che resta comunque un interrogativo, visto che le procedure hanno un iter molto lungo e definito con passaggi che non possono essere saltati. «E’ importante che la Quadrilatero –ha ribadito Antonio Pettinari – abbia già assegnato ai progettisti la quasi totalità delle opere che sono in cantiere il che è già un passo vanti non indifferente che accorcia i tempi di realizzazione delle opere. Ci sono opere che stanno andando avanti, come la pedemontana Fabriano-Muccia che ha vede già a buon punto il primo lotto sino a Matelica, in arrivo la consegna del secondo Matelica-Castelraimondo. Oppure la rotatoria di Civitanova a fine superstrada il cui progetto esecutivo già c’è e bisognerà vedere col Comune se realizzerà intanto una rotatoria provvisoria in attesa che il progetto Quadrilatero si completi. Anche su Macerata la situazione è in fase avanzata: da due tronconi, svincolo di Campogiano-La Pieve e poi la Pieve-via Mattei, tutto è stato ricondotto ad un progetto unico che entro marzo sarà consegnato. La Regione ha fatto la sua parte sulla Via per il primo percorso di sua competenza mentre per il secondo spetta alla Provincia che cercherà di accelerare i tempi  se sarà necessaria la Via (valutazione impatto ambientale). Poi dovranno esserci i passaggi al Consiglio dei Lavori pubblici e in Conferenza dei servizi solo dopo il progetto definitivo arriverà in ultima istanza al Cipe. Ricordo che parliamo di risorse che per Civitanova sono di 12 milioni di euro e per Macerata assommano in tutto a 43 milioni di euro». La vicepresidente della Regione, Anna Casini, ha ricordato l’impegno che è stato messo in particolare sul casello autostradale di Porto Potenza, una situazione arenatasi anche per il recente contenzioso tra governo e concessionario di Autostrade spa. «Per quello svincolo la Regione era pronta a mettere 10 milioni di euro – ha detto – in aggiunta a quelli che doveva inserire la società Autostrade. Poi è arrivato lo stop del Ministero che vieta l’utilizzo di fondi regionali per finanziare il casello. Per cui quei milioni di euro, che sono arrivati sino a oltre 11 milioni li vogliamo utilizzare ancora per la vallata del Potenza per migliorarne la viabilità. Sul come spenderli lo decideremo assieme. Intanto un milione di euro è previsto per la costruzione di una rotatoria tra la strada Regina e la statale nel territorio di Potenza Picena. Voglio anche ricordare di come la Regione abbia affiancato, con risorse proprie, l’opera della Quadrilatero anche nella bretella Tolentino-San Severino aggiungendo 10 milioni di fondi a quelli previsti per l’opera».

Su come utilizzare gli 11 milioni disponibili per la vallata del Potenza ha un’idea chiara il presidente Antonio Pettinari. «Dal mio punto di vista è strategico collegare la vallata a Macerata. –ha ribadito – Basta progetti di stradine che salgono tortuose su un vecchio tracciato. E’ indispensabile trovare quei 20-25 milioni (di cui 11 già ci sono, ndr) per proseguire nel collegamento veloce di via Mattei sino a Villa Potenza. E realizzare poi uno svincolo che colleghi le tante strade che confluiscono a Villa Potenza, che sono ben sei che si intersecano. Noi, grazie alla Regione che ha stanziato 800mila euro, stiamo già costruendo la bretella che collega la 77 con la 361,ma questo non basta. Se vogliamo una viabilità degna di questo nome serve che da Montanello si continui con le 4 corsie sino alla frazione, completando in questo modo l’anello che dallo svincolo di Campogiano arriva sino all’altra vallata». Dal canto suo il dirigente della Regione ha fatto il quadro dello stato  dell’arte delle altre infrastrutture viarie della nostra provincia. «Per la Tolentino-San Severino –ha detto – c’è un finanziamento di 98 milioni di euro e sono allo studio 3 progetti di fattibilità, ai quali se ne sta aggiungendo un quarto tra i quali sarà scelto quello definitivo. Per la pedemontana il tratto Fabriano-Matelica è completato al 55% e vale 90 milioni di euro. Per Matelica-Castelraimondo nord per oltre 90 milioni di euro siamo alla consegna dei lavori mentre il terzo e quarto lotto che vale 159 milioni di euro che riguarda Castelraimondo nord e Castelraimondo sud-Muccia/Sfercia siamo al progetto definitivo cui seguirà la Via e quindi l’esecutivo. Ricordo anche che la manutenzione delle 5 strade ex Anas del maceratese hanno visto un impegno economico della Regione per oltre 12 milioni di euro».

(foto di Fabio Falcioni)

Giuseppe Mazzarella

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X