Botte e aggressioni a Civitanova:
otto episodi in 15 giorni

CITTA' INSICURA - Sono stati diversi i casi tra la fine dell'anno e i primi giorni del 2020. Feriti anche agenti di polizia e un operatore del 118 fino al macchinista picchiato e rapinato nelle prime ore di oggi in stazione
- caricamento letture

 

polizia-commissariato-foto-darchivio-civitanova-FDM-18-400x267

Il commissariato di Civitanova

 

di Laura Boccanera

Otto episodi di violenza negli ultimi 15 giorni a Civitanova, quattro le aggressioni tra la fine e l’inizio del 2020. L’anno si è chiuso e si è aperto con una drammatica continuità fatta di violenza e lesioni ai danni di agenti di polizia, donne, operatori del 118 e dipendenti al lavoro. La recrudescenza di episodi preoccupanti è iniziata con i tentativi di violenza sessuale da parte di un giovanissimo molestatore seriale pochi giorni prima di Natale. In un episodio (tre in totale i casi denunciati alla polizia) l’uomo avrebbe fatto incursione all’interno di un’attività commerciale e braccato una dipendente, iniziando a molestarla. Solo le grida della ragazza hanno fatto desistere il molestatore dal continuare le sue molestie. A distanza di pochi giorni due agenti della polizia, la mattina della vigilia di Natale sono stati aggrediti da due magrebini. Uno di loro avrebbe anche scagliato contro gli agenti una bottiglia di vetro.

volante-civitanova

La volante danneggiata

E vittime della furia di un malvivente sono stati anche gli agenti della volante della polizia che il 28 dicembre hanno intercettato un romeno, oggi in carcere, che dopo la fuga ha provocato un incidente frontale con la gazzella del Commissariato. Il bilancio prosegue con un’ altra aggressione la notte di Capodanno nei confronti di alcuni ragazzi: anche qui i responsabili sono due 26enni marocchini (uno ha nazionalità italiana) che hanno colpito il parabrezza di un’auto con una bottiglia. Uno di loro ha picchiato un giovane che era sceso per chiedere spiegazioni di quel gesto, poi sia questo che il connazionale hanno aggredito i poliziotti intervenuti sul posto (tra loro anche una agente).

Stessa data, diversa aggressione, ai danni stavolta di un operatore del 118, malmenato da un italiano per avergli negato il permesso, come da protocollo, di salire in ambulanza come accompagnatore di un paziente trasportato. E poi infine, l’ennesima aggressione, la terza da inizio anno avvenuta questa mattina in stazione nei confronti del macchinista di Merci Italia che ha ricevuto spintoni e pugni ed è stato rapinato da un 40enne marocchino. Tutto era cominciato perché il dipendente delle Ferrovie aveva chiesto di far rispettare il divieto di fumo all’interno della stazione.

 

Picchiano e rapinano macchinista, arrestato uno degli aggressori

Fuga e schianto con la volante: arrestato un ventenne

Botte a un ragazzo e agenti aggrediti, gli arrestati fanno scena muta

Picchia l’autista dell’ambulanza, non l’avevano fatto salire per assistere la compagna

Aggrediscono un ragazzo e gli agenti, arrestati due uomini

Fugge all’alt, scatta l’inseguimento: si schianta contro la volante

«Questa non è cocaina ma bicarbonato» 37enne irrompe a casa di una donna poi aggredisce i poliziotti: arrestato

Tre donne molestate, è caccia al palpeggiatore seriale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X