Fugge all’alt,
scatta l’inseguimento:
si schianta contro la volante

CIVITANOVA - Denunciato un 20enne romeno che era stato fermato nel corso di un controllo ed è scappato in modo rocambolesco. E' stato rintracciato a distanza di alcune ore
- caricamento letture
WhatsApp-Image-2019-12-28-at-20.56.38-e1577564546687

L’auto incidentata della polizia

 

di Laura Boccanera

Scappa all’alt e fugge per le vie della città: inseguimento nella notte a Civitanova, il fuggitivo provoca un incidente con l’auto della polizia che gli stava alle calcagna. Scene da film nella notte nel quartiere di San Marone, dove un ragazzo romeno di 20 anni è scappato al controllo della volante che lo aveva fermato. Il romeno era destinatario di un provvedimento del giudice che lo obbligava a rimanere a casa nelle ore notturne, provvedimento notificato in quanto responsabile di reati a lui ascritti per rapina e associazione a delinquere.

polizia-commissariato-foto-darchivio-civitanova-FDM-17-650x434

Il commissariato di Civitanova

Alla guida dell’auto il 20enne ha imboccato in senso contrario alla marcia la via che dal cimitero conduce verso la chiesa di San Marone e una volta giunto allo stop ha voltato a destra. Subito dietro la volante del Commissariato che però, appena svoltato verso via Cecchetti si è ritrovata il muso dell’auto del romeno di fronte. Con una manovra azzardata il 20enne aveva tirato il freno a mano, girando il muso in senso contrario e così ha provocato un incidente con l’auto della polizia. Gli agenti, a causa dell’impatto, hanno dovuto fermare la volante che ha riportato danni all’asse rendendo impossibile la marcia. Nel frattempo il romeno, A. I. F. ha fatto perdere le sue tracce ed è scappato. Grazie ad un lavoro capillare di visione delle immagini iniziato questa mattina presto la polizia è risalita alla targa del veicolo utilizzato e all’identità del responsabile. L’ufficio delle volanti e controllo del territorio del Commissariato per tutto il giorno ha cercato di rintracciarlo. Nella sua abitazione del quartiere Fontespina che condivide con la madre il giovane non aveva fatto ritorno. Le immagini di videosorveglianza hanno ancora una volta offerto supporto: per tutto il giorno il romeno ha cercato di nascondersi rifugiandosi nella zona industriale e nella prima periferia della città. Solo nel primo pomeriggio il personale è riuscito a rintracciare prima l’auto completamente sfondata e poi lui. Si trovava seduto su di una panchina del parco di Santa Maria Apparente, accanto al campo sportivo. E’ stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e inosservanza del provvedimento del giudice. Ferito un agente che a causa dell’impatto ha riportato 8 giorni di prognosi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X