facebook twitter rss

«L’Adriatico si alzerà di mezzo metro»,
Rimini corre ai ripari:
il Maceratese potrebbe fare lo stesso

COSTA - Il sindaco della città romagnola ha deciso di alzare la passeggiata turistica, dopo le recenti mareggiate anche Porto Recanati e Potenza Picena potrebbero decidere di adottare misure simili, a Civitanova in corso installazione delle paratie antisabbia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
389 Condivisioni

La recente mareggiata a Porto Recanati

 

di Laura Boccanera

Cambiamenti climatici, l’Adriatico destinato a salire fino a 50 centimetri. Fa discutere in questi giorni la decisione del sindaco di Rimini di investire 35 milioni di euro per alzare il livello della passeggiata a mare della turistica città balneare romagnola sulla base di una previsione sull’innalzamento del livello del mare. Con ancora negli occhi le immagini di Venezia allagata e dei problemi causati dai rovesci temporaleschi e dalla piena dei fiumi il sindaco di Rimini ha deciso di prepararsi per tempo. Una specie di lungomare anti inondazioni per il quale sono partiti i lavori per alzare di 80 centimetri la passeggiata che raggiungerà così un’altezza di 2,85 metri sul livello del mare. Un tema che potrebbe essere affrontato anche nelle città costiere delle Marche: solo qualche anno fa Senigallia subì una profonda devastazione a causa di un’alluvione che provocò perfino delle morti, ma anche nel Maceratese le cose non vanno meglio e soprattutto nella zona di Porto Recanati e Porto Potenza l’assenza di scogliere ogni anno pone lo stesso problema ad ogni mareggiata. Recente quella che ha addirittura distrutto un pezzo di marciapiedi nella zona di Scossicci dove le onde hanno rosicchiato l’asfalto facendo cedere la camminata. A Civitanova è in corso di rifacimento un tratto di lungomare nord, ma non si è pensato ad innalzare la passeggiata e recentemente sono stati liquidati 11mila euro per l’apposizione di paratie in legno (piccole superfici di legno sorrette da pali) per il contenimento di sabbia e mareggiata. Soluzioni tampone che al momento non danno garanzie sulla sicurezza in caso davvero, entro il 2100 (nel giro di qualche generazione insomma) l’acqua dell’Adriatico potrebbe coprire la zona a ridosso del mare.

Emergenza mareggiate «C’è un Piano della costa pronto ma bisogna trovare 185 milioni»

Mareggiata sulla costa: sprofonda un marciapiede, balneari in ginocchio (FOTO)

Paratie antisabbia sul lungomare: il Comune stanzia 11mila euro

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X