Bolognola, il sindaco:
“Dobbiamo abbattere il campanile”

SISMA - La struttura è pericolante dal terremoto del 30 ottobre e ha costretto il Comune a chiudere la strada di collegamento principale alla cittadina: "Volevamo farlo già sabato ma il vento era troppo forte"
- caricamento letture

Il campanile di Bolognola danneggiato dal sisma

Il campanile di Bolognola danneggiato dal sisma

 

«Il campanile va abbattuto per mettere in sicurezza la strada e le case e lo faremo non appena smette di piovere e di tirare vento». Così il sindaco di Bolognola, Cristina Gentili, mette un punto al blocco della strada che passa sotto il campanile della cittadina montana, a rischio crollo dal terremoto del 30 ottobre. «Volevamo demolirlo già sabato – dice Gentili – ma il vento era troppo forte per lavorare in sicurezza sulla gru». Ieri c’è stata la riunione di un Gruppo tecnico di supporto (Gts) dove Regione, Protezione civile, tecnici, curia, vigili del fuoco e rappresentanti dei beni culturali hanno cercato una soluzione per il campanile di Bolognola. Ma non l’hanno trovata. «Nel verbale del gts – dice Gentili – c’è scritto che dato che il sisma è ancora in atto la messa in sicurezza del campanile non garantisce comunque che non possa crollare con una nuova scossa. E io non possono tenere chiusa per sei mesi una strada provinciale. Dobbiamo demolirlo almeno fino al punto di rottura in modo che non caschi giù danneggiando edifici che invece sono ancora agibili». La torre campanaria di Bolognola risale alla seconda metà del ‘900 e la mattina del 30 ottobre è parzialmente crollata bloccando la viabilità principale della città. «È come se fosse stata attraversata da una spada – dice il sindaco – la spaccatura passa da parte a parte. Aspettiamo che passino la pioggia e il vento e poi la tiriamo giù. Ho deciso così e vado avanti per la mia strada».

(Fe. Nar.)

bolognola-terremoto-30-ottobre



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X