Maceratese, pericolo iscrizione?

LEGA PRO - La società biancorossa sembrerebbe aver violato il parametro PA (la differenza tra costi e ricavi) e non avrebbe passato il controllo Covisoc. Se la notizia venisse confermata ci sarà tempo fino alle 19 di venerdì per sanare la situazione e continuare a giocare tra i professionisti
- caricamento letture
Maria Francesca Tardella, presidente della Maceratese

Maria Francesca Tardella, presidente della Maceratese

di Andrea Busiello

La Maceratese sembrerebbe non aver passato il controllo Covisoc e, per il momento, sarebbe stata estromessa dal prossimo campionato di Lega Pro. Nel caso fosse confermata questa notizia (si attende il comunicato ufficiale a breve della Figc) la società biancorossa avrà tempo fino alle 19 di venerdì 15 luglio per sanare la propria situazione (circa 35mila euro), pagando 9mila euro per il ricorso e chiedendo la riammissione alla terza serie. A mettere in dubbio la presenza dei biancorossi nel prossimo campionato di Lega Pro sarebbe stato lo sforamento del parametro PA, ovvero la differenza tra costi e ricavi. La società avrebbe due giorni di tempo per mettere tutto a posto, onde evitare la mancata iscrizione (e comunque resterebbe il rischio penalizzazione per il prossimo campionato). Al momento sembrano essere fuori dalla Lega Pro anche Rimini, Pavia, Como, Martina, Lanciano, Bellinzago, Casertana e Paganese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X