Pistacoppi in volo verso Pisa
“La Rata è meglio di Belen”

SOGNO B - Video interviste tra i tifosi in vista della sfida decisiva degli spareggi play off di domenica. Città addobbata a festa. I giocatori in giro per gli Aperitivi europei
- caricamento letture

 

 

di Sara Santacchi

(video e foto di Andrea Petinari)

Tutti a Pisa. La marea biancorossa si prepara a inondare la città toscana che domenica alle 16 sarà teatro della battaglia. All’Arena Garibaldi scenderanno in campo i gladiatori della Maceratese contro gli uomini di Gattuso, alla rincorsa del sogno serie B. Sono già quattro i pullman riempiti dai tifosi biancorossi al seguito della Rata, ma le prenotazioni sono destinate a salire nelle prossime ore. I pullman partiranno domenica alle 9 dal parcheggio dell’Helvia Recina.

maceratese-pisa

VERSO PISA – Il montaggio di CM a cura di Gabriele Censi. Nei riquadri alcuni tifosi intervistati da CMtv

 

Maceratese, locandina sfottò dei tifosi di Pisa

Una vignetta di sfottò dei tifosi di Pisa per la Maceratese

E’ febbre da Maceratese in città dove bar e locali si sono tinti di biancorosso e l’argomento è inevitabilmente la gara che rappresenta la resa dei conti. Se sul terreno di gioco la squadra si sta allenando con grande concentrazione, curando ogni minimo dettaglio (leggi l’articolo) al di fuori i tifosi sentono già la partita come si può capire dalle interviste video che abbiamo realizzato oggi pomeriggio. La città ci crede, il sogno è vicino e non vuole svegliarsi proprio adesso. Così nel cuore della tifoseria, tra il bar dei Pini, la bocciofila e la Casba in corso Cairoli il coro è unanime per gli uomini di Bucchi: “Battiamo il Pisa”. C’è chi rimarrà a casa per scaramanzia, non avendo seguito la squadra in nessuna trasferta, chi invece ripensa allo spareggio di Calcinelli di quattro anni fa quando la Maceratese è drammaticamente retrocessa in Promozione, per poi essere ripescata in Eccellenza durante l’estate. Sembrano passati secoli da quel momento e quegli attimi di tristezza sono stati rimpiazzati nel cuore e negli occhi dei tifosi biancorossi dai successi di questi anni fino al trionfale ritorno in Lega Pro e ora, addirittura, la scalata alla serie B. «Non sono mancato a una partita e non mancherò neanche domenica» commenta Mario Copponi, storico ultras della Maceratese.

Franco "Lu Cascià"

Franco “Lu Cascià”

C’è addirittura chi promette «Porchetta per tutti» come Franco, detto “Lu Cascià” del negozio di Corso Cavour “Franco formaggi e salumi” che da vero tifoso ai microfoni di CM ha addirittura detto: «Sogno meglio la Maceratese in serie B che Belen nuda». 

Marco Guzzini, che ha ospitato al Venanzetti e al Di Gusto diverse volte la squadra durante l’anno sottolinea l’annata strepitosa. Tutti ci credono insomma. Un’intera città guarda alla Toscana e a quelli che potrebbero diventare i 120 minuti più lunghi della stagione, fino adesso, con la speranza di far vivere un incubo al Pisa e tornare all’Helvia Recina per tifare Maceratese in semifinale. Intanto domani (venerdì) la tifoseria si è data appuntamento allo stadio in via dei Velini alle 14 per salutare la squadra che partirà alla volta di Pisa. Proprio i biancorossi, alla vigilia della partenza, questa sera si sono concessi qualche ora di svago in giro per gli Aperitivi europei prima di andare in ritiro.

"Tutti a Pisa", lo striscione apparso oggi pomeriggio su Porta mercato

“Tutti a Pisa”, lo striscione apparso oggi pomeriggio su Porta mercato di fianco allo Sferisterio

I giocatori della Maceratese questa sera al Bar centrale per gli Apetitivi Europei

I giocatori della Maceratese questa sera al Bar centrale per gli Aperitivi Europei

 

maceratese play off maceratta addobbata foto ap (3)

Michele Servidei

maceratese play off maceratta addobbata foto ap (2)

Bandierine biancorosse ai Cancelli

maceratese play off maceratta addobbata foto ap (1)

Addobbato anche il negozio di Franco Lu Cascià

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X