Sanità, lettera al governatore:
“Caro Ceriscioli, perderai comunque”

I consiglieri regionali Jessica Marcozzi, Piero Celani e Mirco Carloni scrivono al presidente alla vigilia della decisione del Tar che domani deciderà sui punti nascita di Osimo, San Severino e Fabriano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'ospedale Eustachio di San Severino

L’ospedale Eustachio di San Severino

«Caro presidente Ceriscioli, sulla sanità domani il tribunale si esprimerà sui ricorsi presentati da tre importanti Comuni delle Marche (Osimo, San Severino e Fabriano) per la difesa dei diritti alla salute dei propri cittadini contro le decisioni verticistiche della Giunta regionale: qualunque cosa decideranno i giudici tu perderai comunque». Con queste parole i consiglieri regionali Jessica Marcozzi e Piero Celani, di Forza Italia, e Mirco Carloni, di Area Popolare, si rivolgono al governatore Ceriscioli alla viglia di una giornata che potrebbe cambiare le sorti della riforma sanitaria. I tre consiglieri incalzano il presidente: «Se i giudici daranno ragione alle comunità locali, come tutti speriamo, la sconfitta sarà palese, di natura politica ma anche giuridica: significherà che la giunta regionale vuole calpestare i diritti alla salute delle comunità locali con arroganza, cercando di superare anche le regole amministrative della correttezza formale – scrivono Marcozzi, Carloni e Celani – Ma anche se domani la giunta regionale vincerà giuridicamente, il presidente e assessore alla sanità Luca Ceriscioli perderà politicamente, perché significherà che non sarà riuscito ad condividere le proprie scelte con le comunità locali che si sono viste costrette ad arrivare ai tribunali per tutelare i propri servizi sanitari essenziali». Nella lettera aperta indirizzata al governatore non mancano i riferimenti a questioni che, secondo i consiglieri, restano ancora senza risposta: «Non è chiaro dove Ceriscioli abbia trovato i soldi per realizzare Marche Nord e cosa ne sarà della sanità nel Piceno e nel Fermano: anche qui c’è stato solo un annuncio, non seguito da atti concreti esigibili e verificabili. Caro presidente e assessore alla sanità Luca Ceriscioli – concludono nella lettera – sulla sanità c’è bisogno di un progetto, di una strategia, di un dialogo reale con i territori: finora non c’è traccia di nessuno di questi elementi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X