Il grande tradimento di Banca Marche:
“A 82 anni mio padre ha perso tutto,
non ho il coraggio di dirglielo”

SPECIALE/8 - Drammatica testimonianza della figlia di un anziano di Loro Piceno: "Ha lavorato una vita, ha fatto tanti sacrifici e adesso non ha più un soldo e nemmeno lo sa. Lui si fidava dell'istituto, non è giusto approfittare così della povera gente"
- caricamento letture
Foto d'archivio

Foto d’archivio

 

di Alessandra Pierini

A 82 anni ha perso i risparmi di una vita e ancora non lo sa. A raccontare la storia di un ex agricoltore di Loro Piceno, in pensione, è la figlia che non ha ancora trovato il coraggio di spiegare al papà cosa è accaduto e per questo non vuole svelare la sua identità. «Ha perso tutto – ci racconta la donna – ha sempre lavorato e tirato avanti tutta la famiglia, ora è rimasto senza un soldo. Sto pagando io la sua auto a rate».

banca marche 3L’82enne è uno dei piccoli risparmiatori che aveva investito tutto in Banca delle Marche. Dopo il decreto del governo che ha permesso il salvataggio dell’istituto, si sono azzerati anche i soldi che aveva messo da parte in una vita di sacrifici e fatica. «Lui si fidava della banca e dei suoi referenti in filiale. Lo chiamavano e gli dicevano vieni a firmare e lui andava senza sapere di cosa si trattasse. Sette anni fa ha sottoscritto delle obbligazioni. Ora questi signori arrivano e tracciano una linea. Non è giusto approfittare così della povera gente». Con la speranza di poter recuperare qualcosa dell’investimento del padre, la donna si è iscritta alle associazioni a tutela dei risparmiatori ma non ha grandi speranze di riavere i suoi soldi: «Sono sconvolta, è difficilissimo da accettare».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X