Castello di Brunforte,
la famiglia Mosiewicz verso l’acquisto

LORO PICENO - Sottoscritto un contratto preliminare per l'alienazione del prezioso immobile da parte degli imprenditori vitivinicoli. Sono in corso trattative private. A darne notizia il sindaco Ilenia Catalini. Presto un consiglio aperto
- caricamento letture
Il castello Brunforte a Loro Piceno

Il castello Brunforte a Loro Piceno

di Monia Orazi

Il castello simbolo di Loro Piceno, quattro anni dopo il primo tentativo (leggi l’articolo) è di nuovo in vendita. A dare l’annuncio sul sito internet del Comune, il sindaco del paese Ilenia Catalini. «Si comunica ai cittadini che si è riaperta la procedura di alienazione del castello Brunforte. La famiglia Mosiewicz, infatti, pochi giorni fa ha comunicato ai consiglieri di maggioranza e di minoranza la volontà di proseguire nella procedura per l’acquisto del castello, precisando che è stato sottoscritto un contratto preliminare con l’Ente ecclesiastico», si legge nella nota. La proprietà del castello appartiene all’ordine delle suore domenicane, che già quattro anni fa, avevano deciso di metterlo in vendita. Gli acquirenti sono una famiglia di imprenditori, originari di Loro Piceno, titolari di una nota cantina vitivinicola ad Urbisaglia (leggi l’articolo). Nel 2011 si era costituito un comitato di cittadini per la salvaguardia del monumento simbolo del paese, che sosteneva l’opportunità di una donazione al paese, piuttosto che la vendita ad un privato (leggi l’articolo), per un prezzo stimato tra i due ed i tre milioni di euro. Nella nota del sindaco si ribadisce che gli acquirenti vogliono che il castello resti a disposizione della cittadinanza: «La famiglia Mosiewicz ha ribadito la volontà di acquisire il castello allo scopo di valorizzare un bene certamente rappresentativo del nostro paese e ha chiesto il massimo coinvolgimento di tutti i consiglieri, nella realizzazione di un progetto comune, per la fruibilità e le prospettive di gestione di questo importante bene».

Il sindaco Ilenia Catalini

Il sindaco Ilenia Catalini

A questo scopo il sindaco conferma che si sta lavorando ad un documento in cui sarà reso noto il progetto di gestione e la futura destinazione, con le cucine seicentesche e la parte nobile che resterà fruibile alla cittadinanza: «Questo documento – frutto di un lavoro comune e condiviso – sarà poi discusso e votato in un consiglio comunale aperto in cui ogni cittadino avrà la possibilità di intervenire ed esprimere la propria posizione». Il sindaco specifica anche la posizione di apertura dell’amministrazione in modo che i cittadini possano fornire il loro contributo: «L’amministrazione si rende disponibile ad ogni chiarimento e a fornire ogni informazione, nella consapevolezza che proprio la condivisione del progetto rappresenti la migliore strada per una valorizzazione di un bene che rappresenta la storia di Loro Piceno e la sua stessa essenza». Raggiunta telefonicamente il sindaco Ilenia Catalini spiega che il progetto dell’amministrazione è quello di rivitalizzare il centro storico: «Vogliamo che si dia vita ad un progetto condiviso con amministrazione comunale e cittadinanza, perché è molto importante per un bene che rappresenta Loro Piceno». Al momento nel monastero non vive più nessuno, la data del consiglio comunale aperto non è stata ancora decisa, perché il documento che illustra il progetto non è ancora pronto definitivamente. L’iter amministrativo per la vendita del castello, prevede anche l’autorizzazione della direzione regionale per i beni culturali, trattandosi di un bene monumentale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X