Michele Lattanzi candidato sindaco
dei Comunisti Italiani

MACERATA - L'annuncio arriva dopo la riunione dei vertici di ieri. Tra una decina di giorni la presentazione del programma e della lista, di cui faranno parte anche Stefano Blanchi e Luciano Borgiani. Le priorita per la città: "Scuola alle Vergini, palestra della IV Novembre, via Mattei - La Pieve e accordo con Filarmonica per le piscine"
- caricamento letture
Michele Lattanzi

Michele Lattanzi, candidato alle comunali per Comunisti Italiani”

 

di Claudio Ricci

Sarà Michele Lattanzi il candidato sindaco dei Comunisti Italiani alle comunali di Macerata. A comunicarlo è lo stesso capogruppo consiliare che sabato scorso aveva anticipato la volontà del partito di correre con un proprio candidato (leggi l’articolo). Il responso arriva dopo la riunione dei vertici provinciali e cittadini di ieri sera. « Al 99% sarò io – dice Lattanzi – andiamo da soli come abbiamo già detto. Una scelta naturale e coerente con le critiche mosse a Carancini durante la sua amministrazione. Divergenze che hanno riguardato non solo l’aspetto amministrativo ma anche politico del suo mandato».

I Comunisti scendereanno in campo da soli con il simbolo di partito che fu del Pci. Sono già in corso le consultazioni per arrivare alla lista che correrà alle amministrative: al fianco di Lattanzi ci saranno l’altro consigliere dei Comunisti Italiani, Stefano Blanchi e Luciano Borgiani, consigliere della Federazione della Sinistra. La squadra che, dice l’ex assessore ai Servizi Sociali della giunta Meschini, «Conta anche molti giovani» verrà presentata insieme al programma entro una decina di giorni. « Il nostro impegno per la città non sarà un libro dei sogni – commenta il candidato – Un programma semplice che si muoverà tra la partecipazione e l’importanza dei servizi sociali. Essenziale il capitolo opere pubbliche, che prevede quattro priorità: la scuola elementare del quartiere Vergini, la riqualificazione della palestra della IV Novembre, realizzazione di via Mattei – La Pieve e le piscine. Su quest’ultimo punto ribadiamo la contrarietà al progetto Fontescodella, che già abbiamo indicato come irrealizzabile. Piuttosto va cercato un confronto con la società Filarmonica sul nuovo polo di via Valenti, che potrebbe attraverso un accordo, diventare a gestione comunale.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X