A casa di Pd e Pdl si gioca… a risiko

MACERATA - I contrasti interni nei due principali partiti e le strategie verso nuovi assestamenti
- caricamento letture

 

matteo-zallocco-x-57-88x95di Matteo Zallocco

Se Atene piange, Sparta non ride. Al contrario di quello che vorrebbero far credere, la situazione interna nei due principali partiti di Macerata è molto delicata.

Da una parte il Pd che governa la città da due anni con una certa coerenza: non si ricorda infatti un giorno in cui il partito si sia trovato in sintonia con il suo sindaco. E se per un periodo i contrasti erano più evidenti (pur cercando di negare sempre e comunque l’evidenza) ora sono più “coperti”. Una situazione che non dovrebbe far dormire sonni troppo tranquilli a Romano Carancini che ancora rincorre ostinatamente la nuova storia, senza accorgersi che la macchina amministrativa ha sempre avuto il freno a mano tirato.

Conferenza-Pdl-2-2-300x225

La recente conferenza stampa del Pdl sulla commissione speciale d'indagine sull'urbanistica

Dall’altra il Pdl che a Macerata più che un partito è una persona: Fabio Pistarelli, sconfitto per un pugno di voti alle elezioni di due anni fa, ed ora capogruppo e coordinatore comunale del Popolo della Libertà. Ma l’egemonia pistarelliana non sta più bene a tutti. Anzi, il buon Fabio rischia di ritrovarsi in minoranza all’interno del suo gruppo consiliare che vede sul fronte opposto un agguerrito team capeggiato da Deborah Pantana e completato da Claudio Carbonari, Francesco Luciani e – seppur più defilato dalle diatribe interne – Francesco Formentini. La squadra di capitan Pistarelli è invece composta dal fedelissimo Riccardo Sacchi, da Pierfrancesco Castiglioni e da Marco Guzzini, anche lui come Formentini meno legato alla visione dei gruppi contrapposti. La partita finirebbe 4 a 4 ma ai supplementari vincerebbe il Team Pantana grazie ad un’astuta mossa che non è sfuggita agli osservatori più attenti. Lo scorso 16 marzo la grintosa (forse troppo) Deborah annuncia il rientro nel gruppo consiliare di Uliano Salvatori nel corso di una conferenza stampa convocata per commentare l’esito dell’assemblea provinciale del Pdl. Ma Fabio Pistarelli, che non è certo l’ultimo arrivato, il giorno successivo smentisce con un comunicato stampa (leggi l’articolo) per poi essere contraddetto dallo stesso Salvatori che era uscito dal Pdl dopo la vicenda Apm-topi di fogna in cui l’accusato (il sindaco Carancini) azzeccò – seppur involontariamente – l’unica mossa comunicativa di questi due anni visto che di quella “alta pagina di politica” oggi Macerata ricorda quasi esclusivamente quell’appellativo sgradevole e condannato da tutti ma che in fondo ha fatto sorridere, tanto che pochi giorni fa, in una tabaccheria del centro, un signore sulla sessantina parlava ancora del “partito dei topi di fogna”.

pantana_deborah1-79x95

Deborah Pantana

Tolte le t-shirt, oggi il Pdl imita il Pd: elmetto in testa per combattere il nemico dentro casa. Il Team Pantana rimprovera a Pistarelli anche la chiusura verso le altre forze di opposizione e sta riuscendo nell’intento di mettere il buon Fabio con le spalle al muro dicendogli più o meno apertamente: “O ci dai il coordinamento comunale o ti sfiduciamo da capogruppo”. Tuttavia il congresso comunale, previsto entro aprile, è avvolto dal mistero.  Ancora non si conosce la data di convocazione, l’unica novità è che uscito un nome nuovo per il ruolo di coordinatore comunale, quello dell’ex assessore provinciale Andrea Blarasin che gioca nella squadra della Pantana ma la sua candidatura sembra trovare un ampio consenso nel tentativo di riunificare le due facce del Pdl. Chiudiamo il capitolo pidiellino con un altro fatto: seppur si voglia far credere il contrario non è certo casuale l’assenza dei consiglieri Pantana, Carbonari e Luciani nell’ultima uscita pubblica del Pdl, sulla proposta di una Commissione speciale di indagine sulla politica urbanistica degli ultimi 9 anni (leggi l’articolo). Il tempo valuterà l’efficacia e gli intenti di questa iniziativa.

pd_votazione

I consiglieri comunali del Pd

C’è movimento anche nel Pd. Ieri sera si è riunito quello che in passato si era definito l’Altro Pd e che si trova più vicino alle posizioni del sindaco Carancini. Si sono messi intorno a un tavolo Romeo Renis, Ninfa Contigiani, Anna Bianca Zammit, Marco Morresi, Valentina Ugolinelli, Fabrizio Principi e l’assessore Alferio Canesin. Si definiscono “un gruppo di lavoro all’interno del Pd” di cui dovrebbero far parte anche il vice-sindaco Irene Manzi e l’ex assessore Federica Carosi. A spiegarci il senso della riunione è Romeo Renis: “E’ nostra intenzione portare una nuova linea di pensiero all’interno del partito – dice il consigliere comunale – Di sicuro stiamo lavorando per il Pd e non contro il Pd. Un mese fa abbiamo chiesto al segretario la convocazione della direzione per parlare di problemi concreti (situazione economica, politiche del lavoro, politiche della sicurezza dei cittadini).  La riunione è stata fissata per martedì e l’argomento centrale sarà il bilancio. Il nostro pensiero è semplice: dobbiamo scendere in mezzo alla gente, i cittadini sono stufi di vedere politici in giacca e cravatta che viaggiano lontano dai loro bisogni e continui litigi senza concretezza. Vogliamo richiamare l’attenzione su argomenti che toccano la vita di tutti i giorni. Ci riteniamo parte integrante del Pd e vogliamo unire questo partito e stimolarlo affinchè possa fare bene perchè stiamo oggettivamente vivendo una situazione di disagio”.

renis

Romeo Renis

Intanto il Partito Democratico comunica nuove iniziative: stasera (venerdì 13 aprile, alle ore 21) si terrà un incontro-dibattito nella sala convegni dell’hotel Claudiani, con gli iscritti ed i cittadini.
Venerdì 20 aprile, sempre all’hotel Claudiani alle ore 21, si terrà un’ulteriore iniziativa con l’onorevole Mario Cavallaro per fare il punto sulla situazione politica nazionale, con particolare riferimento ai temi della riforma della giustizia.
In conclusione si svolgerà venerdì 27 aprile l’assemblea cittadina del Partito Democratico nella sede del circolo, alla presenza del segretario regionale Palmiro Ucchielli e saranno dibattuti i temi connessi alla manovra di bilancio per il comune di Macerata.

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X