A Civitanova arriva l’orto botanico

Sorgerà su un'area comunale accanto alla scuola di Santa Maria Apparente
- caricamento letture

convenzione-orto-botanicodi Laura Boccanera

E’ diventato realtà, grazie alla convenzione siglata questa mattina in Comune, il progetto educativo didattico “Un orto… per amico”, promosso nel 2011 dal Circolo Via Tacito (plessi San Marone e Santa Maria Apparente) in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Civitanova, l’Università di Camerino (Polo museale orto botanico) e il circolo Legambiente “Sibilla Aleramo”.
A presentare l’iniziativa alla stampa c’erano il sindaco Massimo Mobili e l’assessore Ferdinando Nicoletti per il Comune di Civitanova, il dirigente scolastico Mirella Paglialunga per il circolo didattico Via Tacito, il Rettore Università Camerino Flavio Corradini e la consulente biologa Roberta Tacchi, il presidente circolo Legambiente Giorgia Belforte, unitamente alle insegnanti e ad una rappresentanza dei genitori dei ragazzi coinvolti.
L’orto botanico nella scuola di Santa Maria Apparente sarà ricavato in un’area di proprietà comunale, mentre a San Marone sorgerà l’orto biologico in un appezzamento più piccolo.
La finalità è quella di promuovere fin dai primi anni di scuola un corretto rapporto con l’ambiente, la conoscenza del patrimonio naturalistico e far sperimentare attività manuali a contatto con la terra.
L’orto diventerà quindi un’aula all’aperto dove gli insegnanti guideranno i bambini alla scoperta di alberi, piante officinali e tintorie, ortaggi, semine, cereali ecc., coadiuvati da esperti ambientali, nonni e volontari che li assisteranno nei lavori di gruppo, di classe e nei laboratori pomeridiani.
convenzione-orto-botanico-1-300x225
“Dopo la sigla del protocollo d’intesa con le scuole che ha già dato ottimi risultati – ha detto Mobili – l’Amministrazione comunale non si è fermata e porta avanti altre iniziative e richieste provenienti dalle scuole. Il nostro obiettivo è essere vicini ai bambini e dare loro ogni strumento e servizio utile alla loro crescita”.
La referenza scientifica dell’Università qualifica ulteriormente il progetto che avrà durata triennale.
“L’Università – ha dichiarato Corradini – è aperta a queste iniziative e mette a disposizione tutto quello che può dare. In questo il contributo dell’Ateneo sarà utile per far crescere nei giovani la consapevolezza delle risorse ambientali augurandoci che questa esperienza che faranno riuscirà a trasportare l’equilibrio della Natura in tutti loro”.
A breve è prevista la cerimonia di inaugurazione dell’orto botanico e biologico aperta a tutta la cittadinanza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =