Quartiere Madonnetta, via libera al Psr:
può partire la ricostruzione

PIORACO - Approvato in consiglio comunale il programma che dovrà riprofilare un'area che comprende ben 63 edifici. Il commissario Castelli: «Punto di approdo di un percorso complesso». Il sindaco Cicconi: «L'aspettavamo da sette anni»

- caricamento letture

Pioraco2-650x434

L’intervento del commissario Guido Castelli durante il consiglio comunale

Nel consiglio comunale di ieri è stato approvato il Psr (Programma straordinario di ricostruzione) per il quartiere Madonnetta di Pioraco. L’intervento, che fa seguito all’ordinanza speciale del commissario per la ricostruzione, regola non solo la parte urbanistica, comprese le opere di urbanizzazione e le aree da espropriare o da acquisire (dal costo di 36mila euro), ma definisce in modo chiaro le delocalizzazioni degli immobili del quartiere. Dei 63 edifici compresi nel piano, 36 rientrano nelle perimetrazioni, 14 saranno delocalizzati dall’Erap e altri 13 saranno delocalizzati in parte con l’acquisto di immobili equivalenti nello stesso Comune o in Comuni vicini, in parte con costruzioni di nuovi edifici.

Pioraco1-325x217

Al consiglio hanno partecipato anche il commissario Guido Castelli e il subcommissario Gianluca Loffredo. «L’approvazione del piano straordinario di ricostruzione di Pioraco è il punto di approdo di un percorso complesso che ha visto la partecipazione e la cooperazione attiva di tanti attori istituzionali – ha sottolineato Castelli – per progettare la ricostruzione, o meglio, la riprofilazione del quartiere Madonnetta sono stati necessari approfondimenti tecnici e amministrativi tutt’altro che banali. Il terremoto infatti ha scaricato la propria furia su decine di unità immobiliari che erano state costruite su terreni già compromessi dal punto di vista idraulico. Il lavoro della struttura commissariale, dell’Usr Marche, del Comune e della Politecnica delle Marche aveva l’obiettivo di armonizzare gli aspetti squisitamente progettuali con la necessaria soddisfazione dei diritti dei terremotati. Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto. Sullo sfondo di questi importanti sforzi amministrativi, si staglia la volontà di ricostruire in piena sicurezza e applicando tecnologie innovative. La Madonnetta di Pioraco, tra delocalizzazioni e ripristini in sito, è un esempio di tutto questo».

«È una giornata molto importante per Pioraco, la proposta di Psr per il quartiere Madonnetta era in attesa da ben sette anni – ha sottolineato il sindaco Matteo Cicconi – un risultato ottenuto grazie alla collaborazione di tecnici e amministrativi e grazie allo slancio che ha dato il commissario Castelli in questi ultimi mesi. Estendo il ringraziamento anche ai cittadini coinvolti per la fattiva collaborazione dimostrata per il conseguimento di questo obiettivo. Ora è fondamentale che l’Ufficio speciale per la ricostruzione possa avviare il piano per la demolizione in modo tale che i tecnici, a loro volta, intervengano: chi per le pratiche di delocalizzazione, chi per iniziare a progettare le nuove superfici all’interno del quartiere. La Madonnetta è una zona fondamentale per Pioraco, dal momento che vi è una concentrazione di popolazione significativa rispetto a un piccolo comune come il nostro».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X