Natale a casa per il sindaco Bacci:
«Grazie ai medici dell’ospedale
e per l’affetto ricevuto dalla comunità»

JESI - E' stato dimesso ieri dal reparto Covid del 'Carlo Urbani' dopo il ricovero di alcuni giorni fa. «La vicenda Caterpillar, insieme alla pandemia che ha cominciato a colpire forte anche dalle nostre parti, ci porta a vivere tutti feste meno gioiose. L'augurio che rivolgo ai cittadini è quello di mantenere alto sempre questo spirito di solidarietà e di vicinanza a chi soffre e a chi lotta»
- caricamento letture

 

Massimo-Bacci_candidato-Jesi_Civiche-650x512-325x256

Massimo Bacci, sindaco di Jesi

 

Potrà trascorrere il Natale in famiglia il sindaco di Jesi, ricoverato nei giorni scorsi nel reparto Covid dell’ospedale ‘Carlo Urbani’. Massimo Bacci, sta meglio ed è stato dimesso nel tardo pomeriggio di ieri alla vigilia della festa. «Ho appena fatto ritorno a casa e desidero ringraziare innanzitutto il dottor Marco Candela, i medici, gli infermieri, gli operatori socio sanitari e tutti coloro che operano nel reparto Covid del ‘Carlo Urbani’ per la professionalità e l’umanità riscontrate in questi giorni di ricovero. – ha scritto in un post su Facebook il sindaco di Jesi – Grazie ai tanti cittadini che mi hanno voluto manifestare la loro vicinanza. Una bella testimonianza di affetto che mi ha fatto enormemente piacere. Grazie alla città che giovedì scorso si è stretta attorno alle lavoratrici e ai lavoratori della Caterpillar, facendo sentire la piena solidarietà per una decisione della proprietà tanto sciagurata quanto assurda».

Il sindaco Bacci ha ricordato di aver «seguito in tv e nei social la manifestazione che abbiamo organizzato insieme alle organizzazioni sindacali e confido vivamente che la forte spinta che giunge dal territorio (ho apprezzato molto la presenza dei colleghi sindaci), dalla Regione e dai parlamentari marchigiani possa presto portare all’apertura di un tavolo presso il Ministero dello Sviluppo Economico che ho sempre considerato assolutamente indispensabile per trovare una soluzione che tuteli lavoratrici e lavoratori. Questa vicenda, unita per altro ad una pandemia che ha cominciato a colpire forte anche dalle nostre parti, ci porta a vivere tutti un Natale meno gioioso e meno sereno. L’augurio che rivolgo ai cittadini è quello di mantenere alto sempre questo spirito di solidarietà e di vicinanza a chi soffre, a chi lotta, a chi è più fragile, a chi ha bisogno di aiuto. Siamo una straordinaria comunità che ha sempre dimostrato nella sua storia una forte coesione sociale. Questo è lo spirito che ci deve animare ancora più oggi. Auguri di cuore a tutti».

Covid, il sindaco di Jesi ricoverato in ospedale

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =