Discoteche chiuse fino al 31 gennaio,
niente feste all’aperto a Capodanno:
approvato il “decreto festività”

COVID - Previsto il super green pass anche per consumare al banco nei bar, obbligo delle mascherine all'aperto esteso in zona bianca. Ecco le misure principali approvate dal governo, dopo le proposte dalla cabina di regia Stato-Regioni, e annunciate dal ministro della Salute Speranza
- caricamento letture
speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza

 

AGGIORNAMENTO 20,15 –Il Consiglio dei ministri ha approvato il “decreto festività” che introduce divieti e restrizioni per il Capodanno e nuove regole per il green pass. Inasprite le misure proposte in cabina di regia (riportate nel testo qui sotto), in particolare per quanto riguarda le discoteche. Resteranno chiuse fino al 31 gennaio, come annunciato dal ministro della Salute Speranza in conferenza stampa dopo il Cdm: «Una scelta unanime». Una volta riaperte e fino al 31 marzo per passare una serata in discoteca o in un locale da ballo bisognerà aver fatto la terza dose del vaccino oppure avere l’esito negativo di un tampone se si è ancora in attesa del booster.

***

Pres_Draghi_biografia-Copia

Il premier Mario Draghi

Feste all’aperto vietate per Capodanno, nelle discoteche solo con terza dose o tampone, super green pass anche per consumare al banco in bar e ristoranti. Sono alcune delle misure proposte dalla cabina di regia Stato-Regioni, terminata da poco, e convocata per fare il punto sulla situazione pandemica e cercare di arginare la risalita dei contagi. Alle 17 è previsto il Consiglio dei ministri che dovrebbe dar il via libera al nuovo decreto. 

Ecco le proposte della cabina di regia.

CAPODANNO – Fino al 31 gennaio divieto di eventi e feste che implichino assembramenti all’aperto.

DISCOTECHE –  Per poter partecipare ad una festa in un locale o per andare a ballare in discoteca bisognerà aver fatto la terza dose del vaccino oppure avere l’esito negativo di un tampone se si è ancora in attesa del booster.

RSA – Come per le discoteche sarà necessario essersi sottoposti a tre dosi del vaccino anti-Covid oppure due dosi e un tampone negativo

GREEN PASS – Dal 1° febbraio 2022 la durata del green pass vaccinale verrà ridotta da 9 a 6 mesi.

BAR E RISTORANTI  – Fino al 31 marzo 2022 servirà il super green pass per poter consumare anche al bancone nei locali al chiuso. Il green pass rafforzato sarà obbligatorio anche per accedere a musei, sale bingo, palestre e piscine. Inoltre, è vietato il consumo di cibi e bevande, al chiuso, in cinema, teatri e per eventi sportivi.

TERZA DOSE –  Con ordinanza del ministro della Salute il periodo minimo per la somministrazione della terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

MASCHERINE –  Le mascherine saranno obbligatorie all’aperto anche in zona bianca. Inoltre, viene introdotto l’obbligo di Ffp2 in cinema, teatri, musei, allo stadio e per eventi sportivi, nonché sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza e sui mezzi pubblici locali.

 

Stop al Capodanno in piazza, niente festa a Macerata e Civitanova: «Evitare assembramenti»

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =