Morto precipitando dal viadotto:
«mio fratello una forza della natura,
super lavoratore e padre perfetto»

CORRIDONIA - Giandomenico Staffolani ricorda Simone, il 54enne che ha perso la vita ieri in Umbria in un incidente stradale. Il titolare della ditta per cui lavorava: «Un amico e una persona splendida. Ci eravamo lasciati 5 minuti prima»
- caricamento letture
staffolani-simone-2

Simone Staffolani

 

«Era una forza della natura. Un super lavoratore, pieno di iniziative, unito alla sua famiglia un padre e un amico perfetto», così Giandomenico Staffolani, il fratello Simone Staffolani l’uomo di 54 anni morto ieri in un incidente avvenuto in Umbria. Il 54enne era di Corridonia e ieri stava tornado a casa a bordo di un camion della ditta per cui lavorava quando è uscito di strada e dopo aver sfondato il guardrail di un viadotto e il mezzo è precipitato per una quindicina di metri. L’incidente è avvento intorno alle 17,45 a Umbertide, sulla corsia sud della E-45. Sulle cause dell’incidente sono in corso gli accertamenti e sarà svolto un accertamento medico legale. Staffolani era un dipendente della ditta Promo di Corridonia. E ieri era stato in un cantiere in Umbria, che si trova a 3 o 4 chilometri rispetto al viadotto dove l’incidente è avvenuto. Al cantiere c’era anche il titolare dell’azienda, Sandro Procaccini, che è partito pochi minuti dopo Staffolani.

«Era un amico oltre che un mio dipendente – dice Procaccini -. Una persona di fiducia. Un grande lavoratore e una persona splendida. Tengo a fargli i ringraziamenti come azienda per tutti gli anni che è stato con me. Era un supervisore nei cantieri. Ieri ci siamo salutati cinque minuti prima dell’incidente e stava bene. Non ho idea di cosa sia successo, pioveva, ma quello è un tratto pericoloso. Passando ho visto che il guardrail era sfondato. Sono riuscito a fermarmi e ad andare a vedere ma era buio e non si notava nulla, tra l’altro il camion era 50 metri più avanti. Sono tornato in auto per prendere la torcia ma poi le altre vetture sono ripartite e ho dovuto ripartire anch’io perché quel tratto è molto stretto. Nel frattempo ho continuato a telefonargli per sapere dove fosse». In attesa del nullaosta della procura, il funerale non è stato fissato. Staffolani lascia la compagna e i due figli Sasha e Siria.

(redazione Cm)

incidente-umbertide-staffolani

incidente-umbertide-staffolani2-488x650

Precipita con il camion da un viadotto, muore il 54enne Simone Staffolani



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X