Identificato il cadavere in mare,
è un 40enne del riminese

PORTO RECANATI - L'uomo è stato riconosciuto questa mattina dai genitori all'obitorio di Civitanova, domani verrà effettuata l'autopsia. La pista del gesto volontario resta la più probabile
- caricamento letture

obitorio-civitanova-autopsia-Elton6-400x267

 

Identificato il cadavere ritrovato venerdì scorso sulla spiaggia a Porto Recanati. E’ un uomo di 40 anni di Pennabilli (provincia di Rimini), C. P. le sue inziali. Era scomparso da casa venerdì mattina e l’allarme dei familiari era scattato in Alta Valmarecchia nella giornata di sabato. Oggi attorno alle 13.30 i familiari, i genitori dell’uomo, sono arrivati all’obitorio di Civitanova per effettuare il riconoscimento e hanno identificato il figlio. E’ stata disposta per domani l’autopsia sul corpo del 40enne. Verosimilmente la morte è sopraggiunta per annegamento, ma prima di riconsegnare la salma ai familiari verrà disposto l’esame autoptico. L’uomo era stato visto entrare in acqua attorno alle 14 di venerdì all’altezza di Numana, la marea e le onde lo hanno trascinato sotto per ore e il corpo è riemerso a Porto Recanati all’altezza dello chalet Da Massi dove la mareggiata lo ha trascinato a riva. L’uomo, di professione geometra, non ha lasciato biglietti o fatto intendere le sue intenzioni ai parenti. Dal riminese è arrivato a Numana con la sua auto.

(l. b.)

 

Cadavere trovato in spiaggia, la pista porta fuori regione Fissato un riconoscimento

Cadavere affiora sulla spiaggia dopo la mareggiata

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X