Questione Alzheimer e ospedale,
i vertici della sanità
invitati in Consiglio comunale

RECANATI - Il Comune intende affrontare alcuni dei temi che sin qui sono stati rimandati a causa della pandemia
- caricamento letture
Antonio-Bravi

Antonio Bravi

 

Il comune di Recanati ha invitato i vertici della sanità provinciale e regionale a partecipare al Consiglio comunale del 7 ottobre per discutere di questioni ancora aperte e del futuro della sanità sul territorio. Data la situazione della pandemia il Comune aveva deciso sin qui di astenersi dal chiedere fronti su alcune questioni. Ora però è tempo di tornare a discuterne. «Dopo un sopralluogo con alcuni rappresentanti delle istituzioni a questo dedicate – dice il Comune -, ribadiamo la necessità di trovare soluzioni intermedie e avere chiare prospettive sui tempi e i modi nei quali si intende ripristinare il servizio diurno per le persone affette da Alzheimer, le cui famiglie non possono più attendere per il carico di fatiche che hanno sopportato da più di un anno a questa parte, consapevoli che le risposte offerte da questa amministrazione, con la proposta dell’Alzheimer Cafè e con l’esperienza di Attivamente, sono state un palliativo al nulla che si era creato intorno a loro. Abbiamo urgenza di sapere quando si intende riprendere a pieno regime il servizio del Centro di salute mentale, che è andato avanti in modo ridotto, pur comprendendo le difficoltà della situazione. Abbiamo bisogno di capire come si può ripartire con il punto di vaccinazione da sempre attivo localmente, evitando soprattutto alle famiglie con bambini e bambine di doversi recare all’ospedale di Civitanova, mantenendo altresì un punto vaccinale dedicato al covid e alle vaccinazioni antinfluenzali che riprenderanno a breve. Abbiamo domande da rivolgere sul funzionamento del locale ospedale di comunità, che sembra aver cambiato modalità di funzione, sebbene in modo non del tutto dichiarato. Per queste e altre questioni aperte ci rivolgiamo ai vertici tecnici e politici, in attesa di chiare indicazioni e con la disponibilità all’ascolto e alle negoziazioni». 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X