Ospedale, Brini e Mobili
chiedono il potenziamento di Civitanova

SANITA' - Uniti nel centrodestra chiede alla Regione di non depauperare la costa a vantaggio di Macerata. «Subito i due piani da terminare e la riorganizzazione del pronto soccorso»
- caricamento letture

 

ottavio-brini-e1626965809443-325x358

Ottavio Brini – Uniti nel centrodestra

 

«Sulla sanità occorre ripartire dal potenziamento di Civitanova, se Macerata ha bisogno di un nuovo ospedale, che si realizzi, ma che non sia ospedale unico provinciale e non depauperi i servizi sulla costa». Lo chiede Massimo Mobili, ex sindaco di Civitanova e responsabile provinciale della sanità di Uniti nel centrodestra. La lista chiede che si torni a riflettere sul futuro dell’ospedale dopo questi due anni di Covid e che si riparta dalle promesse fatte, senza una subalternità fra le diverse aree dell’Area Vasta 3. «L’ospedale unico è tagliato dal piano sanitario e di questo voglio ringraziare il presidente Acquaroli e l’assessore Saltamartini, ma nella programmazione di servizi e strutture, se Macerata vuole l’ospedale nuovo vada pure avanti, ma non a scapito della costa. Civitanova – prosegue Mobili – non deve e non può essere penalizzata, va bene la sanità diffusa, ma prima deve venire il potenziamento dell’ospedale di Civitanova che ha bisogno di recuperare quanto perduto coi governi regionali di centro sinistra». Un appello che viene condiviso anche da Ottavio Brini che lo rilancia e che chiede in particolare di porre l’accento sul completamento dei famosi due piani dell’ospedale e sul pronto soccorso: «con la scusa del futuro ospedale unico i servizi sono stati progressivamente depauperati in termini di personale e di mezzi – dice Brini – chiediamo subito la riorganizzazione del pronto soccorso e il completamento dei due piani dell’ospedale».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X