Salvati nel canale da 2 guardie:
«L’auto era quasi sommersa,
li abbiamo raggiunti e portati a riva»

CORRIDONIA - Il racconto di uno dei soccorritori di San Claudio: «Una signora mi ha fermato, era sotto choc e gridava. Ho chiamato i vigili del fuoco e sono corso a cercare la vettura, la corrente l’aveva spostata. Sul posto ho trovato un collega»
- caricamento letture
auto-canale-2-2-e1621781722388-650x465

L’auto recuperata dai vigili del fuoco

 

«Una signora mi ha fermato mentre stavo facendo il solito giro di perlustrazione, urlava che un’auto era finita nel canale, era sotto choc. Ho chiamato i soccorsi e mi sono messo a cercare l’auto che la corrente aveva spostato. Ho trovato un mio collega che stava già prestando i soccorsi. I due ragazzi erano dentro l’auto, li abbiamo tirati fuori e uno di loro perdeva molto sangue da un braccio, così il mio collega gli ha legato un elastico per bloccare l’emorragia».

auto-canale-2-1-e1621781760386-650x459Momenti drammatici quelli raccontati da Francesco Gentile, 22 anni, di Corridonia, guardia giurata della Vedetta 2 Mondialpol che ieri sera, insieme a Giovanni Lombardi, guardia della Vigile Picena, ha prestato aiuto ai due ragazzi che dopo essere usciti di strada con l’auto sono finiti in un canale. E’ successo intorno alle 23 a San Claudio di Corridonia. Gentile, chiamati i soccorsi ha trovato l’auto e sul posto c’era Lombardi. «Era quasi totalmente sommersa dall’acqua, io e il collega sostenendoci a vicenda abbiamo raggiunto i ragazzi e li abbiamo aiutati a risalire a riva. Uno di loro aveva una brutta ferita al braccio, l’altro era ferito in modo più lieve». Una volta che le due guardie giurate, con l’aiuto di un uomo che si è pure lui fermato a prestare i soccorsi, hanno tirato fuori dal canale i ragazzi hanno cercato di prestare le prime cure, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. «Il mio collega, che è più esperto di me ha usato un elastico per fermare il sangue che usciva dal braccio di uno dei due ragazzi, ne stava perdendo tanto». Una azione decisiva quella delle due guardie giurate che sono riuscite a salvare i ragazzi grazie ad un intervento immediato. E anche grazie alla donna che aveva fermato Gentile «avrà fermato 40 auto», e che aveva assistito all’incidente. Sul posto sono intervenuti 118, vigili del fuoco e carabinieri. Viste le condizioni dei due ragazzi, sono stati trasferito uno all’ospedale di Macerata, l’altro a Torrette. I due giovani non dovrebbero aver riportato conseguenze particolarmente gravi. I vigili del fuoco hanno recuperato il veicolo con un’autogru e dopo aver controllato che nell’abitacolo non ci fosse più nessuno, hanno messo in sicurezza l’area.

(redazione CM)

 

auto-canale-e1621781791477-650x488

La vettura finita nel canale

Con l’auto nel canale pieno d’acqua: riescono ad uscire prima di affondare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X