Dolore e sconcerto per la morte di Davide
Fiuminata proclama il lutto cittadino:
«Era un ragazzo serio, un lavoratore»

TRAGEDIA al Lago di Castreccioni. Davide Baiocco, 22 anni, lavorava nella cartiera Fedrigoni di Fabriano come elettricista. Lascia i genitori e una sorella. E un vuoto enorme in tutta la comunità. Il sindaco Felicioli: «Siamo sconvolti e vicini alla famiglia, bravissime persone»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
davide-baiocco

TRAGEDIA – Davide Baiocco, 22 anni, è morto annegato al lago di Castreccioni

 

di Monia Orazi

Tutta Fiuminata è incredula e senza parole, sotto choc per la morte di Davide Baiocco, una vita spezzata a 22 anni durante una serata di divertimento con gli amici, al lago di Castreccioni di Cingoli. La salma, ritrovata nel primo pomeriggio di oggi è stata portata all’obitorio dell’ospedale di Camerino, a disposizione dell’autorità giudiziaria. I carabinieri hanno accertato l’annegamento.

A Fiuminata sarà proclamato il lutto cittadino. Il sindaco Vincenzo Felicioli esprime tutto il dolore di una intera comunità: «Siamo tutti sconvolti e senza parole, questa notizia ci è piombata addosso, è una tragedia per la famiglia, tutte bravissime persone che conosco bene, una famiglia storica di Fiuminata. Davide era un ragazzo serio, in gamba, un lavoratore. Perdere così un giovane di questa età è un dolore che sconvolge, a Fiuminata per rendergli omaggio, il minimo che possiamo fare, in una tragedia come questa che lascia spazio solo al dolore e fa mancare le parole, ci stringiamo vicino alla famiglia in un momento così drammatico e terribile».

scomparso-lago-cingoli-2-325x244

I soccorsi al lago di Cingoli

Davide Baiocco era figlio di un ex autista della Contram da qualche anno in pensione, il giovane oltre al padre Roberto ed alla madre, lascia la sorella Martina di qualche anno più piccola. Dopo aver frequentato l’istituto professionale Pocognoni a Camerino, lo scorso febbraio era entrato a lavorare nella cartiera Fedrigoni di Fabriano come elettricista, un nuovo impegno che gli aveva dato soddisfazione, quasi un bel regalo di compleanno, visto che in quel mese aveva compiuto gli anni, dopo alcuni anni di lavoretti precari. Era un ragazzo tranquillo, amava divertirsi con i suoi amici, andare alle feste, partecipare a concerti, un’esistenza gioiosa e spensierata la sua, come si vive nel pieno della giovinezza, con tutta la vita davanti, piena di progetti da realizzare.

Tra le sue grandi passioni c’era la pesca sportiva all’aperto, amava stare in mezzo alla natura e dormire nel verde, con la tenda sotto le stelle. Era appassionato di musica tecno, tra gli sport apprezzava il calcio, era tifoso dell’Inter. Il tempo libero come i ragazzi della sua età lo trascorreva con gli amici, era amante degli animali, in particolare dei cani. In paese predominano sconforto ed incredulità, per questa morte inaspettata ed improvvisa, piombata come un pugno nello stomaco, in una luminosa giornata estiva. Il ragazzo aveva lo sguardo sveglio, un carattere cordiale e solare, tanti amici e tante passioni che condivideva con loro. Quando in paese si è saputo della scomparsa, in tanti sono rimasti con il fiato sospeso, pregando per un miracolo. «Mi hai spezzato il cuore, ti voglio bene, riposa in pace Davidino, un grande abbraccio alla tua famiglia», scrive sui social un’amica.

davide-baiocco-3-325x354Così lo ricorda Matteo, un amico: «Ci siamo conosciuti un po’ di anni fa , con un panino che ti ho fatto io giù dal porchettaro, eri un munelletto ed hai faticato a finirlo quel panino. Da subito ci siamo presi in amicizia, ogni volta che ci incontravamo finivamo col chiacchierare e a farci due risate, come quando hai preso la patente e sei passato a salutarmi con la Punto bianca, abbiamo pure lavorato insieme anche se per poco tempo. Momenti che non dimenticherò, eri una persona fantastica, riposa in pace Dà, ti voglio bene».

«Un dolore incolmabile per il padre Roberto, era contento che il suo Davide lavorasse alle cartiere – scrive sui social Salvatore, un amico di famiglia – Davide dai la forza a tuo padre, tua madre e tua sorella di sopportare questo enorme e straziante dolore». Davidino o Baiocchino, i nomignoli con cui lo chiamavano gli amici, lascia un vuoto enorme in quanti lo conoscevano e l’amarezza per una morte improvvisa, che getta una profonda tristezza in tutta la comunità.

Scomparso nel lago di Castreccioni: trovato il corpo del 22enne

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X