facebook twitter rss

Speronamento e sparatoria:
choc a due passi dal centro
(Foto e video)

DUE UOMINI hanno fatto fuoco per evitare la cattura dopo essere stati intercettati dalla polizia. E' accaduto a San Benedetto. Si tratta di due tunisini protagonisti di un fatto di sangue nel Fermano. Un malvivente è stato arrestato, l'altro è riuscito a scappare
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La zona del fattaccio con la Bravo bianca ferma dopo lo speronamento
88 Condivisioni

 

Speronamento da parte della polizia, sparatoria e fuga in pieno all’ora di punta, a due passi dal centro. Uno dei due malviventi, è ancora in fuga. Erano ricercati dopo il fatto di sangue accaduto nella giornata di venerdì in un casolare di campagna a Torre di Palme (Fermo): uno scontro brutale in piena regola, tra bande di nordafricani, che ha causato diversi feriti, di cui uno gravissimo.

L’auto speronata in via Marsala

La forze dell’ordine erano sulle tracce di due dei tre tunisini protagonisti del fattaccio. Dopo averli seguiti, hanno evidentemente ritenuto opportuno tentare la cattura quando l’auto su cui viaggiavano, una Fiat Bravo bianca con cui erano arrivati in Riviera, transitava in via Marsala. Forse i due si erano accorti di essere seguiti, allora si è ritenuto di tentare la cattura. Il tentativo però è andato a buon fine per metà. Durante lo speronamento, infatti, sono stati esplosi dei colpi di arma da fuoco, senza conseguenze per nessuno, ed uno dei due è riuscito a scappare. L’altro, invece, è stato arrestato dai militari. Tanto lo spavento per le persone che hanno assistito all’evento o per chi è stato richiamato dagli spari. Ora la caccia all’uomo prosegue con la Polizia sulle tracce dei due malviventi ancora in libertà.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X