Contributi per danni indiretti del sisma,
soppresso il tetto massimo del 30%

L'ANNUNCIO di Cna Macerata, il Mise con un decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale autorizza ad una modifica espansiva dei parametri previsti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Luciano Ramadori, direttore Cna Macerata

Nello scorso mese di giugno, la Regione Marche pubblicava la graduatoria relativa ai contributi, meglio conosciuta come “Danno indiretto”. Il bando regionale, uscito più di un anno fa grazie ai fondi del Ministro dello Sviluppo Economico dell’11 agosto 2017, aveva la finalità di aiutare attraverso il riconoscimento di un contributo le imprese del sisma che avessero subito considerevoli cali di fatturato, anche indirettamente causati dal sisma. Alle oltre mille imprese beneficiarie la Regione riconosceva un ristoro equivalente al 30% del calo registrato e documentato. Data la maggior disponibilità di fondi rispetto alle richieste pervenute, il Mise con un decreto del 6 giugno pubblicato in questi giorni in Gazzetta Ufficiale, autorizza ad una modifica espansiva dei parametri previsti. Il decreto permette quindi alle imprese beneficiarie che non hanno ancora sostenuto i costi di produzione nel biennio 2017/2018 di poterli sostenere nel biennio 2019/2020, di poter cumulare le agevolazioni del presente decreto con qualsiasi altra agevolazione pubblica concessa per i medesimi costi della produzione e, soprattutto, in virtù della soppressione del valore del massimale pari al 30%, di poter incrementare il contributo concesso. Nella nota informativa sulla questione che la Regione ha inviato a tutti i beneficiari, si specifica ovviamente che l’incremento automatico del contributo (non occorre presentare ulteriore documentazione) resta sempre in rapporto alla reale disponibilità dei fondi e sempre nel limite massimo di 50mila euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X