Al via lavori per la scuola di Sarnano,
Crimi: «Primi frutti della Sbloccacantieri
Giuste istanze dei tecnici sulle parcelle»

SISMA - Partite oggi le opere per la primaria, finanziate con 2 milioni di euro. Il sottosegretario: «La ricostruzione c'è, è ancora indietro, ma procede». Il sindaco Luca Piergentili: «Una tappa intermedia: a breve ci ritroveremo per l'inaugurazione». La presidente di Ania, Bianca Maria Farina: «Vigileremo affinchè la realizzazione proceda secondo i termini prestabiliti»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Scuola-Sarnano-13-650x433

Il commissario straordinario Piero Farabollini e la presidente di Ania Bianca Maria Farina

 

di Giacomo Gardini

«Accendiamo luci come questa nel buio, perchè ci guidino verso il ritorno alla normalità». Commenta così, al suo arrivo, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Vito Crimi una giornata storica per Sarnano. Alle 15,30 di oggi, infatti, l’aula consiliare del Comune ha accolto una folta schiera di autorità politiche, civili e militari, tra cui l’assessore regionale Angelo Sciapichetti e il presidente della provincia di Macerata Antonio Pettinari, per celebrare l’avvio dei lavori alla nuova scuola primaria “Giacomo Leopardi”.

Piero-Farabollini-Vito-Crimi-Luca-Piergentili-e-Bianca-Maria-Farina-1-325x217

Da sinistra: Piero Farabollini, Vito Crimi, Luca Piergentili e Bianca Maria Farina

La prima pietra di un progetto, finanziato con 2 milioni di euro dall’Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici), per la Sarnano del domani. Tra i curiosi, anche tanti bambini, primi protagonisti di questo progetto che guarda al futuro. A presenziare l’incontro, oltre al sottosegretario, sono stati il commissario straordinario alla ricostruzione Piero Farabollini, il sindaco di Sarnano Luca Piergentili e la presidente di Ania Bianca Maria Farina. Il sottosegretario Crimi ha parlato del decreto Sbloccacantieri: «ha velocizzato alcune cose. Iniziamo a vederne i frutti, come in questo caso. Sono stato ad Amatrice, oggi a Sarnano, domani ad Accumoli: sono tutti segnali di rilancio. La ricostruzione c’è, è ancora indietro, ma procede e riparte dalle scuole. Questa scuola, cofinanziata dall’Ania, dev’essere un segnale forte». Poi un intervento più tecnico, in merito alle recenti lamentele di tecnici e professionisti: «Trovo legittime le loro sollecitazioni su parcelle basse e difficoltà di avere l’anticipo del 50% sulle prestazioni – ammette Crimi -, ma non possiamo imputare il blocco della ricostruzione a motivi come questo. È giusto che il commissario affronti e risolva la questione, trovando soluzioni per fornire ai professionisti garanzie sui lavori».

Piero-Farabollini-e-Vito-Crimi

Piero Farabollini e Vito Crimi

Il commissario Farabollini ha parlato di tecnologie all’avanguardia riservate al nuovo istituto, puntualizzando le tempistiche necessarie: «I lavori saranno ultimati in tempi rapidi, entro la fine dell’anno: è una promessa. Dobbiamo poter contare sui nostri edifici, garantendo ai nostri figli un futuro sicuro e radioso. Questa scuola è un ulteriore tassello del puzzle dell’ordinanza 14 – spiega Farabollini -. Il pubblico e il privato, se vogliono, sanno schierare in campo una sinergia unica, capace di grandi imprese». L’edificio, in legno lamellare, sarà dotato di un impianto fotovoltaico che garantisce il 38% del fabbisogno energico, oltre ad un sistema di recupero delle acque. «Un investimento senza precedenti», lo ha definito la presidente di Ania, ente finanziatore del progetto.

Bianca-Maria-Farina

Bianca Maria Farina

A fare gli onori di casa è stato il primo cittadino, Luca Piergentili, visibilmente emozionato: «Quello di oggi è un giorno di festa per un paese intero e i suoi bambini – esordisce -. Un sogno che proietta la nostra comunità verso il domani. I nostri figli studieranno in quella che sarà la struttura più sicura di questo comune». Gli edifici scolastici di Sarnano hanno subito quasi tutti danni ingenti. Questo nuovo comprensorio, con una superficie di 980 metri quadrati, ospiterà ben 175 alunni, divisi in sette classi. «Si tratta comunque di una tappa intermedia – ammette il primo cittadino -, l’appuntamento è a qualche mese da qui, per inaugurare la scuola». «Abbiamo deciso sin da subito di essere presenti e offrire la nostra solidarietà a chi ha vissuto la grande tragedia del sisma – spiega Bianca Maria Farina -. Conto sulle parole del commissario: che la scuola venga realizzata “in tempi rapidi”. Non c’è posto più indicato della scuola per far ripartire i valori e il futuro di un territorio».

Luca-Piergentili-Vito-Crimi-Bianca-Maria-Farina

Luca Piergentili, Vito Crimi e Bianca Maria Farina

Un invito, il suo, a guardare il futuro con gli occhi della speranza: «La parola d’ordine dev’essere “prevenzione”, vigileremo affinchè la realizzazione proceda secondo i termini prestabiliti». Al termine della conferenza di presentazione, il sottosegretario ha invitato tutti i presenti a rivolgere un applauso ai bambini, unici veri protagonisti di questa giornata. Nella festa generale, quindi, le autorità si sono spostate al cantiere dei lavori. Dopo un veloce sopralluogo, è stata scoperta la targa, in onore di Ania, che sarà posta all’ingresso della scuola primaria “Giacomo Leopardi”.

 

 

 

Vito-Crimi-2-650x433

Vito-Crimi-e-Luca-Piergientili

Scuola-Sarnano-5-650x433

Scuola-Sarnano-6-650x433

Scuola-Sarnano-7-650x433

Piero-Farabollini-Vito-Crimi-Luca-Piergentili-e-Bianca-Maria-Farina-2-650x433

Scuola-Sarnano-8-650x433

Scuola-Sarnano-9-650x433

Scuola-Sarnano-2-650x433

Scuola-Sarnano-10-650x433

Antonio-Pettinari

Scuola-Sarnano-3-650x433

Vito-Crimi

Scuola-Sarnano-11-650x433

Bianca-Maria-Farina-2-650x433

Scuola-Sarnano-16-650x433

Scuola-Sarnano-15-650x433

Scuola-Sarnano-14-650x433

Scuola-Sarnano-12-650x433

Luca-Piergentili-2-650x433

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X