Tosca a RisorgiMarche,
viaggio tra il sound del mondo

EVENTO - La cantante è stata protagonista del terzo concerto sui piani di Monte Torroncello. Archi, percussioni, le poesie di Pessoa per un viaggio musicale. Prossimo appuntamento il 21 luglio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Tosca-3-650x326

Il concerto di Tosca

 

di Monia Orazi

Archi, percussioni e le immortali parole di Fernando Pessoa, un viaggio musicale tra i suoni del mondo è stato il terzo appuntamento di RisorgiMarche, oggi pomeriggio, con Tosca a fare da Cicerone. La cantante si è presentata avvolta in un vestito rosso, ai tanti fan accorsi a vederla ai piani di Monte Torroncello, tra Camerino, Sefro e Serravalle di Chienti, un bellissimo pianoro verde.

Tosca-1

Tosca a RisorgiMarche

«Pronti a partire?» ha detto rivolgendosi ai fan, all’inizio del concerto, circondata dalle montagne e da un cielo solcato dalle nuvole. Suggestiva l’atmosfera del tiepido pomeriggio estivo, in una zona che tanti dei partecipanti all’evento, non conoscevano. E così è iniziato il viaggio musicale di questo terzo appuntamento di RisorgiMarche, un percorso che ha parlato tante lingue, dall’yiddish, passando per il greco, il libanese, le lingue dei paesi che si affacciano sul Mediterrano, al cuore dell’Europa, con il romeno, ed il portoghese mescolato al romanesco, quando ha intonato “Nina nina la voce dorme”, un omaggio ad una Roma in attesa del risveglio. Si è udita la musicalità delle parole francesi, ha ripreso vita il coro popolare delle lavandaie napoletane, sono risuonate melodie brasiliane e portoghesi, grande il coinvolgimento del pubblico, che ha accompagnato le percurssioni dal ritmo incalzante, con la cantante che ha suonato il tamburello, in alcune melodie etniche. Immancabile la canzone che ha reso nota al grande pubblico la cantautrice, cantata con Ron in un indimenticabile festival di Sanremo, “Vorrei incontrarti tra cent’anni”. Tanti gli applausi a scena aperta che hanno interrotto l’esibizione, in segno di apprezzamento per questo viaggio nella musica popolare, che ha portato nel cuore ferito delle Marche, i suoni del mondo, con un pizzico di romanità, omaggio a Gabriella Ferri. Un viaggio inconsueto in atmosfere musicali di diversi contanti, difficili da incontrare nel mondo della musica pop, che per questo hanno emozionato i presenti. Per Tosca invece è stato un ritorno alle radici, il concerto nelle Marche, terra dei suoi nonni, originari del Fermano. Prossimo appuntamento con RisorgiMarche è il pomeriggio del 21 luglio, con Pacifico che si esibirà insieme a Neri Marcorè, a Monte Fraitunno di Montemonaco.

 

RisorgiMarche, su gli ombrelli Trionfo per Bollani e De Holanda a ritmo di samba (FOTO)

Nek e Marcorè, musica e poesia RisorgiMarche decolla (FOTO)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X