facebook twitter rss

Il futuro del centro in 10 minuti,
ricostruzione: parola ai cittadini

TOLENTINO - L'amministrazione ha pensato di sottoporre un questionario ai residenti per anticipare la revisione al piano particolareggiato
venerdì 21 Giugno 2019 - Ore 15:22 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

48 Condivisioni

 

Da sinistra: Ivano Serraggiotto, Monia Prioretti, Tania Della Valle, Federica Montali, Rosita Baldassarri, Patrizia Meo e Fausto Pezzanesi

 

di Giacomo Gardini

Riscrivere il cuore pulsante della città in appena 10 minuti: è questa la speranza che l’amministrazione di Tolentino ha riposto in un questionario. Un modulo che anticipa la revisione al piano particolareggiato del centro storico. Uno sforzo immaginativo importante richiesto alla cittadinanza, per proiettarla verso il futuro del suo tessuto urbano. L’iniziativa è stata presentata dall’assessore all’Urbanistica Fausto Pezzanesi e dalla responsabile Patrizia Meo. Accanto a loro, l’architetto Rosita Baldassarri, dello studio Arch & Co. di Civitanova che ha redatto il formulario.

L’assessore Fausto Pezzanesi

«Il questionario ha uno scopo ben preciso: accogliere le esigenze dei cittadini per la ricostruzione pesante e non – spiega l’assessore – in vista del nuovo piano particolareggiato. Sarà un punto di svolta per Tolentino». Il questionario è diviso in 5 parti: dati preliminari sul compilatore, percezione del centro storico e sue funzioni fondamentali, nelle prime tre, mentre le ultime due sono riservate agli abitanti del futuro. «Si tratta di un questionario emotivo – spiega Baldassarri – con cui invitiamo i cittadini a immedesimarsi in un centro storico ideale. La compilazione parte fin dai bambini di 10 anni, che saranno i primi fruitori del cuore urbano di domani».

L’architetto Rosita Baldassarri

 

Naturalmente, non esiste una risposta corretta alle domande proposte: «I tolentinati vorranno un documento o uno spazio da vivere? – si chiede l’architetto – Si può andare verso una direzione o l’altra, per questo sarà fondamentale la loro percezione. Chiedo la partecipazione attiva di tutti: questo è il momento per tutti voi di dare un apporto alla ricostruzione». Si è parlato di piano particolareggiato e di quanto sia difficile, oggi più mai, districare la matassa. Proprio per agevolarne le procedure, l’amministrazione ha indirizzato in questi giorni, al commissario straordinario alla ricostruzione Piero Farabollini, al presidente della Regione Luca Ceriscioli e al direttore dell’Usr Cesare Spuri, un testo chiarificatore. Nella lettera, la richiesta che il contributo per la ricostruzione sia ottenibile anche nel caso in cui si prevedano cambi di destinazione d’uso compatibili, oltre al frazionamento e/o fusione di immobili. «Presupposti fondamentali per una ricostruzione funzionale, a nostro avviso – sottolinea Pezzanesi – Il testo è stato firmato da tutti, o quasi: gli unici a farlo nell’opposizione sono stati Anna Quercetti e Bruno Prugni del Pd. Gli altri consiglieri di minoranza invece si sono rifiutati».

La responsabile Patrizia Meo

Il lavoro coordinato con lo studio Arch & Co. è quindi ai blocchi di partenza: a spiegarne le tappe è stata la responsabile Patrizia Meo. «Partiremo da una serie di indagini preliminari propedeutiche alla ricostruzione: raccolta dati, sopralluoghi di verifica. Poi si procederà alla revisione del piano particolareggiato del centro storico, per ripensarne spazio pubblici e privati, dove possibile». Inoltre, l’architetto Baldassarri e il suo staff programmeranno degli incontri, a partire dal 2 luglio, con tecnici e cittadini. In comune, martedì e giovedì, 10-14 e 15-18, i tolentinati avranno a disposizione 15 minuti per far valere le proprie ragioni e dare il loro apporto ai lavori. Il questionario invece è anonimo e sarà disponibile da lunedì 24 giugno. Sarà possibile compilarlo online, sul sito ufficiale del comune di Tolentino, o in forma cartacea, in alcune sedi convenzionate. I punti di raccolta sono: l’Ufficio servizi sociali comunale in piazza Martiri di Montalto, la Pro Loco in piazza della Libertà, il centro sociale Auser, in via San Nicola, il centro sociale anziani – centro Santa Teresa, oltre a farmacie e tabaccherie. Qui, i questionari verranno anche raccolti. I tolentinati avranno tempo fino a mercoledì 10 luglio, termine ultimo per la consegna dei moduli.

 

Rosita Baldasarri insieme ad alcune ragazze del suo team. Da sinistra: Tania Della Valle e Federica Montali



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X