Indagine piscine, no della commissione
Mosca: «Non finisce qui»

MACERATA - La maggioranza ha bocciato la proposta che lunedì comunque approda in Consiglio comunale
- caricamento letture
mosca-1-325x217

Maurizio Mosca

No alla commissione d’indagine sulla transazione per le piscine di Macerata. Questo l’esito della votazione in prima Commissione, presieduta dal consigliere Maurizio Mosca (Città viva), dove la maggioranza ha bocciato la proposta. La richiesta, che comunque approderà in Consiglio lunedì, è arrivata in tempi diversi sia dalla minoranza che da Bruno Mandrelli (autosospeso dal Pd), in modo che un organo terzo (come una commissione consiliare d’indagine) potesse stabilire se la transazione tra Comune e Fontescodella spa per le piscine mai realizzate fosse stata o meno vantaggiosa per l’Ente. Mandrelli si è astenuto dal voto in commissione. Presenti ieri anche il sindaco Romano Carancini e la segretaria generale Claudia Tarascio. L’idea della maggioranza è che una commissione d’indagine creerebbe un problema di trasparenza e preferirebbero che l’approfondimento passasse direttamente in prima commissione, in modo che gli atti siano pubblici. Una soluzione che però non convince la minoranza, Mosca compreso. «Il problema – spiega Mosca – è che anche se la prima commissione è presieduta da me che sono di minoranza, loro sono comunque in maggioranza. Ora la proposta andrà in Consiglio, ma è chiaro che per loro tutto quello che dice la minoranza non va bene e che se hanno votato così in commissione non penso cambierà molto in assise. Però – conclude il consigliere – non finisce qui».

(Redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X