Ospedale unico
«Diossina dai carotaggi alla Pieve,
meglio collocarlo sulla costa»

CIVITANOVA - I consiglieri comunali di maggioranza hanno fatto il punto sulla sanità: presidio provinciale e legge regionale 145, quella che dovrebbe aprire ai privati
- caricamento letture

conferenza-ospedale-nori-pezzola-ruffini-rogani-pizzicara-civitanova-FDM-1-650x434

 

«Sforamenti di diossina e altri elementi chimici dai carotaggi alla Pieve, la sanità si occupi di persone non di cemento, si riveda la collocazione della Pieve». I consiglieri comunali di maggioranza di Civitanova questa mattina hanno fatto il punto sulla sanità, sull’ospedale unico e parlando anche della legge regionale 145 definita «ennesimo spostamento della sanità dal pubblico verso il privato».

conferenza-ospedale-ruffini-rogani-civitanova-FDM-2-325x217

Presenti Paolo Nori per Vince Civitanova, Maicol Pezzola per la Lega, Cristina Ruffini per Fdi, Vincenzo Pizzicara per Noi con Ciarapica e Flavio Rogani. Tanti i temi toccati. «Servirebbe una pianificazione e la Regione ha due strumenti, la pianificazione territoriale e sanitaria – ha detto Rogani – quella territoriale è ferma al 2002, quella sanitaria è scaduta al 2013. Alla luce dei recenti fatti, con quanto emerso dai carotaggi e dalla presenza del cratere sismico nell’entroterra, un nuovo ospedale dovrebbe sorgere sulla costa. Oltretutto il progetto è stato presentato alla conferenza dei sindaci senza un piano finanziario». Dopo il consiglio comunale aperto il sindaco Fabrizio Ciarapica si era impegnato a radunare i sindaci del territorio per chiedere un incontro al governatore delle Marche Luca Ceriscioli per rivedere la possibilità della collocazione alla Pieve. Ma questa mattina si è discusso anche della proposta di legge regionale 145 contro la quale Fratelli d’Italia sta dando battaglia facendo banchetti e raccolta firme. «E’ l’ennesima privatizzazione del sistema sanitario» – ha commentato Pezzola della Lega.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X