Un cous cous per rafforzare
l’amicizia islamico-cristiana

MACERATA - Il piatto tipico del medio-oriente mette insieme a tavola la comunità della parrocchia di Santa Croce con i musulmani del Marocco
- caricamento letture

ubuntu-5-650x365

 

Nel giorno di memoria degli arcangeli Michele, Raffaele e Gabriele,  la comunità della parrocchia di Santa Croce, con il Movimento dei Focolari e l’associazione Ubuntu, ha voluto festeggiare questa ricorrenza insieme ai mussulmani del Marocco residenti a Macerata. A fare da legame la tavola e il piatto tipico del medio-oriente, il cous cous, cucinato da alcune signore del nord-Africa che erano molto contente di far gustare la loro pietanza. «Ci siamo così ritrovati in 40, a cena, – scrive Franco Micucci , presidente associazione Ubuntu – tutti intorno ad un tavolo per conoscerci meglio, a partire dall’arte culinaria, a conclusione, abbiamo anche gustato il piacevolissimo tè alla menta, frutto di una laboriosa preparazione molto scenica ed apprezzata da tutti. Alla fine abbiamo voluto ringraziare le signore marocchine con alcuni doni: gli shopper di Reteviva, attività di animazione del quartiere; i dieci comandamenti ebraico-cristiani, arricchiti da attinenti versetti del Corano; una canzone che inneggiava a sentirci tutti fratelli di un unico Padre. C’è stato anche il tempo di apprezzare una breve “lezione” video di Chiara Lubich, mistica del XX secolo che è riuscita nella sua vita a far dialogare le più varie religioni: in questo contributo, la Lubich mette in luce il profondo atteggiamento di ascolto ed accoglienza che ognuno deve avere di fronte al diverso, a chi la pensa in modo differente, a colui che professa una fede diversa dalla mia. C’è stato il tempo anche per una spontanea condivisione di una signora marocchina: così come aveva sperimentato durante la cena, si è augurata che ogni uomo abbia sempre rispetto per la persona che ha davanti, indipendentemente dalla sua religione, come un fratello, una sorella. Ci è sembrato il giusto viatico per la nostra quotidianità, fino ad un prossimo appuntamento di questa amicizia che porterà sicuramente maggior integrazione sociale e meno diffidenza tra i singoli».

 

ubuntu-7-650x365

ubuntu-6-650x365

ubuntu-4-650x365

ubuntu-3-650x365

ubuntu-2-650x365

ubuntu-1-650x365

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X