Sisma: il Pd al nuovo commissario
“Qualcosa non funziona,
norme da rivedere”

SAN SEVERINO - Il secondo degli incontro organizzatori dai dem con gli amministratori locali, Sciapichetti: "L'emergenza sarà finita quanto riporteremo le persone nei propri territori". Sabato 16 la De Micheli è attesa alle 17 in piazza Cesare Battisti a Macerata per la Festa dell'unità
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

comi8-650x488

Il sindaco Piermattei in prima fila

comi6-325x244

Sara Giannini, Francesco Vitali, Francesco Comi e Irene Manzi

 

Primo incontro ufficiale con il nuovo commissario alla ricostruzione Paola De Micheli sabato 16 settembre intorno alle 17 in piazza Cesare Battisti, all’interno della Festa dell’unità provinciale del Pd. L’annuncio è stato dato stamattina a San Severino dalla deputata Irene Manzi, nel corso del secondo degli incontri voluti dal Pd regionale con gli amministratori locali, sul tema della ricostruzione. “Non abbiamo fatto grande pubblicità – ha detto in apertura il segretario regionale Pd Francesco Comi – , scusate se i mezzi non sono stati adeguati, vogliamo evitare qualsiasi strumentalizzazione del tema della ricostruzione. Si tratta di incontri voluti per fare il punto della situazione e raccogliere suggerimenti e proposte, vogliamo diffondere un’informazione chiara, altrimenti si creano paure e timori”. Sono intervenuti anche Sara Giannini consigliere economico del presidente Ceriscioli, Francesco Vitali segretario provinciale Pd, la deputata Irene Manzi e l’assessore regionale Angelo Sciapichetti.

comi7-325x244“L’emergenza non è finita – ha detto Sciapichetti – lo sarà quando avremo riportato tutte le persone nel proprio territorio di origine, la supereremo attenendoci tassativamente al cronoprogramma di consegna delle Sae. Chiedo ai sindaci di controllare e segnalarci ogni criticità, occorre monitorare minuto per minuto. Ho già avuto contatti con il nuovo commissario alla ricostruzione Paola De Micheli, dalla prossima settimana sarà presente sui territori, per rendersi personalmente conto della situazione. Sulla ricostruzione in tutte le Marche sono state presentati solo 700 progetti, rispetto alle decine di migliaia di interventi che si attendono vuol dire che qualcosa nelle norme non funziona, chiederemo che sia rivisto. Per ora l’obiettivo prioritario resta quello di consegnare il 90 per cento delle Sae entro fine anno”. Tanti i problemi evidenziati dai sindaci presenti, tra cui quello della vulnerabilità sismica delle scuole, la necessità di snellire le procedure per velocizzare la presentazione dei progetti, la revisione del contributo di autonoma sistemazione, con interventi di numerosi amministratori, tecnici e operatori del settore beni culturali.  Il primo degli incontro organizzati dal Pd si è svolto nei giorni scorsi a Fiastra, l’ultimo in agenda è previsto martedì 12 settembre alle 21 a Camporotondo alla mediateca comunale, seguiranno lunedì 18 alle 18 nella federazione provinciale Pd di Macerata con le associazioni di categoria, stesso luogo e stessa ora il 22 settembre con gli operatori tecnici e le università, mentre l’incontro aperto con i cittadini è previsto per il primo venerdì del mese alle 18, sempre presso la federazione provinciale.

comi1-650x366

I partecipanti all’incontro di Fiastra

comi4-650x366

Un momento dell’incontro di Fiastra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X