Soldi del sisma a Pesaro, Fucksia:
“Modo di fare strumentale”

MANOVRINA - La senatrice del Gruppo misto sull'emendamento proposto dal Pd per assegnare parte dei fondi per il danno indiretto alla provincia del nord delle Marche: "Se quelle aziende hanno problemi le ragioni sono altrove, dobbiamo pensare al cratere"
- caricamento letture

Serenella-Fucksia1-450x346

Serenella Fucksia

 

“Se le imprese pesaresi hanno dei problemi, le ragioni sono altrove. L’ordine di priorità in questi casi è sacra, concentriamoci sul cratere”. Così la senatrice fabrianese del Gruppo misto Serenna Fucksia replica alla collega pesarese del Pd Camilla Fabbri che insieme al deputato democrat Marco Marchetti hanno proposto nell’ambito della “manovrina” in approvazione alla Camera di estendere il contributo per il danno indiretto da sisma alla provincia di Pesaro-Urbino (leggi l’articolo). Una “promessa mantenuta”, a detta dei proponenti, che ha fatto infuriare la polemica nel cratere (come nel caso del sindaco di Visso che ha annunciato una protesta eclatante sotto la sede della Regione – leggi l’articolo) e nello stesso Pd, dato che nei luoghi del sisma le aziende vivono da mesi le conseguenze dello spopolamento dovuto al terremoto (leggi).

“Mi chiedo – dice Fucksia in una nota – perché la senatrice Fabbri parli di motivi politici alla base delle critiche del vice capogruppo regionale Fabio Urbinati all’emendamento da lei sostenuto sulle risorse per le zone colpite dal sisma. Le critiche, dopotutto, arrivano dalla sua stessa parte politica. L’affare assegnato in Commissione industria del Senato è stato gestito troppo frettolosamente, senza dar la possibilità ai membri di intervenire in modo opportuno. Ho fatto presente durante la dichiarazione di voto le mie perplessità, non perché si voglia togliere nulla a nessuno, ma perché l’ordine di priorità in questi casi è sacra. Questo modo di fare è non solo strumentale, ma arditamente scaltro e oserei dire un po’ irresponsabile nei confronti di chi è stato danneggiato nella sfera personale, familiare, di vita e di lavoro. Se le imprese pesaresi hanno dei problemi, le ragioni sono altrove e le misure altre. Ora però concentriamoci sul cratere. Perché diversamente, i costi dei mancati urgenti interventi non ricadranno solo sulle Marche ma su tutto il Paese”.

Sisma, aiuti al Pesarese: “Offensivo per le zone colpite”

Sisma, Pd chiede soldi per aziende pesaresi “Un insulto al sud delle Marche”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X