Il cantiere della Recchi al lavoro
per costruire un “Grande centro”

CIVITANOVA VERSO LE ELEZIONI - L'ex consigliere di Forza Italia presenta la sua civica e prova a riunire un polo moderato da Ghio a Morresi. "Mai alleanza con la destra di Ciarapica o con la sinistra del Pd"
- caricamento letture
fernanda-recchi

Fernanda Recchi

 

di Laura Boccanera 

Riunire tutte le civiche moderate, da Ghio a Morresi includendo anche La nuova città di Piero Gismondi e Libera di Corallini. Questo l’obiettivo di Fernanda Recchi, ex consigliere comunale di Forza Italia che sabato mattina presenterà la sua lista civica “Cantiere Lavoro”. La Recchi si fa portavoce di un progetto politico alternativo: creare un grande centro, un terzo polo moderato che riunisca tutte le civiche, da Insieme per Civitanova del candidato Claudio Morresi alle due civiche di Stefano Ghio “Civitanova vera” e “Civitanova cambia” passando per Libera di Giovanni Corallini e La nuova Città di Piero Gismondi. «Il progetto è più importante delle ambizioni personali – ha detto la Recchi – e potremmo trovare la strada per mettere insieme un polo moderato». Se l’idea però non dovesse prendere il largo la Recchi confluirà verso uno dei due candidati moderati, o Morresi o Ghio. Mai con Fabrizio Ciarapica nè con il Pd. Il veto sul candidato di Vince Civitanova è dovuto anche alla presenza nella coalizione della Forza Italia di Remigio Ceroni: «intanto la coalizione di Ciarapica non è di centrodestra, ma di destra – commenta la Recchi – e poi mai tornerei ad allearmi con chi a Civitanova ha distrutto il partito. Parlo da ex forzista, a Civitanova il partito ho contribuito io a crearlo e poi me ne sono andata per il comportamento di Ceroni che ha distrutto Forza Italia, basti guardare quanto fatto a Tolentino dove ha sconfessato gli accordi presi localmente intervenendo a gamba tesa».

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X