“Ceccotti e porto entro sei mesi”
il programma di Ghio
su commercio e centro

CIVITANOVA - Il candidato sindaco ha illustrato la seconda fase del progetto. La riqualificazione del centro commerciale naturale passa per l'urbanistica e per i parcheggi
- caricamento letture
Stefano-Ghio_Foto-lB

Stefano Ghio

 

«Entro sei mesi di governo la discussione e l’approvazione delle previsioni urbanistiche su Ceccotti e Porto, poi centro commerciale naturale, parcheggi a pagamento ridotti in caso di acquisti nei negozi del centro, formazione degli addetti e promozione». Questa la ricetta per il rilancio del commercio in centro secondo il candidato Stefano Ghio che ha illustrato la seconda fase del progetto durante un incontro con alcuni membri del direttivo di Confcommercio. Tra le priorità per la riuscita del centro commerciale naturale Ghio propone la riqualificazione dell’arredo urbano, i parcheggi a pagamento con  agevolazioni per coloro che acquistano beni o che usufruiscono dei locali ristorazione. «Riteniamo che le nuove previsioni urbanistiche su Ceccotti e Porto debbano essere discusse e approvate entro sei mesi di governo, poi occorre migliorare l’utilizzazione dei  parcheggi razionalizzando anche la segnaletica, tenendo conto dei residenti i quali debbono poter  usufruire di spazi dedicati alle esigenze di parcheggio e di accessibilità alla propria abitazione».  Tra i vari punti per l’efficacia del centro commerciale naturale Ghio propone la programmazione di eventi attrattivi, collaborazione attiva con produttori  artigiani e agricoltori locali per organizzare la promozione dei prodotti locali, promozione delle attività dei singoli associati sotto qualsiasi forma, dalla creazione dei marchi  identificativi fino all’ immagine coordinata e progetti grafici per la  pubblicità. «La vera scommessa che la politica dovrebbe fare – conclude – è stabilire un cronoprogramma di interventi tale  da rendere visibile sin dai primi passi le azioni, le manifestazioni e le attività da realizzarsi. Un  progetto siffatto potrebbe ottenere anche finanziamenti che l’ente pubblico ha il dovere di impegnarsi a rinvenire».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X