Macerata, torna l’acqua di sorgente

SISMA - I tecnici hanno riallacciato l'acquedotto al Nera dopo l'interruzione precauzionale in seguito al terremoto
- caricamento letture

castelsantaneglo

Il Nera in piena

 

Torna a scorrere l’acqua del Nera nei rubinetti di Macerata. Dopo l’interruzione temporanea dovuta alla possibilità che dopo il sisma le acque a monte fossero contaminate e che ci fossero anche detriti in grado di rovinare le condutture, ieri i tecnici hanno ricollegato la sorgente del Nera all’acquedotto. Il tempo che l’acqua residua defluisca e la qualità tornerà quella di prima. Il servizio, nonostante le difficoltà, non si è mai interrotto. L’Apm aveva collegato temporaneamente alcune zone alla falda di Villa Potenza. Un cambiamento che il consigliere comunale di Forza Italia Andrea Marchiori aveva criticato per mancanza di trasparenza e differenze nella qualità dell’acqua. In ogni caso la situazione “sta tornando alla normalità – dice Marchiori -. Un plauso ai tecnici che hanno lavorato in modo veramente ottimo. Non intendevo fare polemica ma sottolineare che l’informazione e la trasparenza in questi casi sono importanti. L’acqua di sorgente è un bene prezioso che contraddistingue la nostra città ed è importante preservarla”.

(Fe. Nar.)

“Qualità dell’acqua più bassa dopo il sisma”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X