Rischio crollo in piazza Libertà:
lesionata la lanterna del San Paolo
Preoccupa la chiesa delle Vergini

MACERATA - Il capoluogo fa i conti con i danni lasciati dalle scosse del 26 e del 30. Chiusa via don Minzoni, verrà modificata la viabilità. La cupola del santuario potrebbe cedere. Il sindaco Romano Carancini: "E' uno dei nostri simboli, chiedo la massima attenzione". Intanto la città è semideserta, Stefania Monteverde: "C'è paura, in 850 ieri hanno dormito al palazzetto"
- caricamento letture

Controlli all'auditorium San Paolo di Macerata

Controlli all’auditorium San Paolo di Macerata

 

Romano Carancini e Stefania Monteverde dopo il sopralluogo all'auditorium San Paolo

Romano Carancini e Stefania Monteverde dopo il sopralluogo all’auditorium San Paolo

 

di Gianluca Ginella

Rischia di crollare la lanterna dell’auditorium San Paolo di Macerata. Via Don Minzoni è stata chiusa alle auto, così sarà anche per piazza della Libertà. A rischio crollo anche la cupola della chiesa delle Vergini. Intanto da questa mattina sono cominciati i sopralluoghi nelle scuole, il Comune le riaprirà il 7 novembre. Tutto questo in una città semideserta. Una autogru dei vigili del fuoco osservata dal basso dal sindaco Romano Carancini e dal vicesindaco Stefania Monteverde oggi pomeriggio si è alzata fino alla cima dell’auditorium San Paolo in piazza della Libertà ex chiesa ora utilizzata dall’università di Macerata. Ad assistere al controllo anche i tecnici del Comune.

controlli-san-paolo-terremoto-macerataIl problema è la lanterna, che è stata danneggiata a causa delle scosse del 26 ottobre e dopo quella del 30 è peggiorata. «La lanterna si è spostata la sera del 26 facendo esplodere i vetri – spiega il vicesindaco – questo ha provocato un cedimento strutturale. Serve un intervento rapido. La situazione mette a rischio via Don Minzoni, che diventa zona rossa e anche la via sottostante (via Santa Maria della Porta, ndr). Da oggi piazza della Libertà è inaccessibile e in queste ore stiamo modificando la viabilità, i mezzi di questura e prefettura potranno accedere alla piazza passando per corso della Repubblica. Quando potremo riaprire? Non lo sappiamo». Altro problema alla chiesa delle Vergini dove c’è il rischio che la cupola dello storico edificio imploda. «Siccome la proprietà è del demanio, il rischio è di rimanere ad assistere impotenti al crollo di un simbolo della città – dice il sindaco Romano Carancini –. Chiediamo la massima attenzione perché quella chiesa vale una comunità». Stamattina alla chiesa c’è stato il controllo della Sovrintendenza, «naturale che al momento è difficile intervenire perché le scosse sono continue». Oggi i controlli nelle scuole «ancora non sappiamo come sia la situazione, ci sono due squadre che se ne stanno occupando e dovrebbero finire in due o tre giorni. La riapertura resta fissata per il 7 novembre. Domani dovrebbero cominciare i sopralluoghi della Protezione civile». Il centro di Macerata in questi giorni è deserto. L’università è chiusa e gli studenti non ci sono. «In città c’è paura, ieri sera ancora 850 persone hanno dormito nei punti di accoglienza e tante altre nei parcheggi, in auto – dice Monteverde -. Sentiamo la mancanza degli studenti in questi giorni. L’impegno sarà velocissimo per far riaprire l’università». In via Berardi questa mattina la strada era stata chiusa per un cornicione pericolante all’Accademia (leggi l’articolo), il presidente dell’istituto Evio Hermas Ercoli: “La situazione è stata risolta”.

La cupola della chiesa delle Vergini

La cupola della chiesa delle Vergini

chiesa-vergini-1

 

Via Berardi è stata chiuso al traffico per un cornicione che rischiava di cadere

Via Berardi è stata chiuso al traffico per un cornicione che rischiava di cadere

 

controlli-san-paolo3 macerata

via Don Minzoni è stata chiusa al traffico

via Don Minzoni è stata chiusa al traffico

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X