Un pub vicino al Donoma,
i residenti sbottano:
“Attività che degradano il centro”

CIVITANOVA - Il consigliere Sergio Marzetti riporta voci che darebbero per certa l'apertura di un nuovo locale notturno in corso Garibaldi. In Comune ancora nessuna traccia della documentazione. Ieri, con la discoteca attiva per il martes caliente, le forze dell'ordine hanno riscontrato meno caos del solito
- caricamento letture
La protesta dei residenti nei mesi scorsi

La protesta dei residenti nei mesi scorsi

 

Alessandro Mazzaferro portavoce dei residenti

Alessandro Mazzaferro portavoce dei residenti

 

«Gli amministratori non sanno proporre soluzioni, ci mancava pure il pub». Non si arrestano a Civitanova le lamentele per la movida molesta in centro (leggi l’articolo) e i residenti sbottano alla notizia, che si sta diffondendo in città, della riapertura di uno storico pub proprio in corso Garibaldi. A farla circolare è Sergio Marzetti, consigliere comunale ma qui nelle vesti di residente del centro e attivo insieme ad Alessandro Mazzaferro nel comitato contro il degrado del centro. Marzetti riferisce di alcune voci, di cui però non vi sarebbe al momento traccia negli uffici comunali, della riapertura di un altro locale notturno nella zona in cui orbita anche il Donoma. «In Comune non ne sanno nulla – dichiara Marzetti – ma parlando con chi sta facendo i lavori in quel locale è emersa questa novità. Probabilmente faranno come il Donoma, a cose fatte comunicheranno l’avvio dell’attività in Comune». Un’inaugurazione che non viene vista di buon occhio dai residenti, che anzi, temono che la nuova attività sia proprio di supporto alla discoteca. ­«Servirà da rifornimen­to per gli avventori ­dei locali notturni – dice Mazzaferro –  ­Corvatta esprime i bu­oni propositi di vole­r agire sulla coscien­za della gente ma con­tinua, con il suo fid­ato ufficio tecnico, ­a dare licenze insens­ate in centro a quest­o tipo di attività co­mmerciali che risultano invece str­umenti di degrado e f­avoreggiamento del co­nsumo incontrollato d­i alcool e non solo, ­fino a notte tarda». Una responsabilità totale da parte dell’amministrazione secondo gli abitanti del centro dal momento che avrebbe messo in difficoltà anche il comandante dei vigili urbani privandolo di risorse e strumenti. «B­asterebbe un’ordinan­za ad hoc per risolve­re diversi problemi d­el centro – continua Mazzaferro – controllando gli ora­ri, le emissioni sono­re e magari favorendo­ serv­izi, come ludoteche e­ servizi scolastici d­i assistenza ai genit­ori. Nel cent­ro di Civitanova non ­c’è nulla per i bambi­ni, per i ragazzi, pe­r gli anziani, per le­ famiglie, ma solo pe­r i nullafacenti di p­assaggio che si posso­no permettere di anda­re a dormire il merco­ledì alle 7 del matti­no». Un bilancio positivo della serata arriva invece dalle forze dell’ordine che riferiscono di una situazione meno caotica rispetto al passato. Un paio le telefonate arrivate al centralino dei carabinieri per segnalare schiamazzi, mentre i vigili urbani hanno verificato una situazione tranquilla in via del Remo, via del Timone e vie limitrofe, segnalando solamente la presenza di alcuni rifiuti come bottiglie lasciate ai bordi di via Mazzini.

Redazione CM

Corvatta sulla movida molesta: “Solo transenne, niente pattuglie”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =