Pedonalizzazione e Park Sì, Carancini:
“Soddisfatto del percorso condiviso
ma la delibera può slittare a settembre”

MACERATA A PIEDI - Il sindaco commenta il ciclo di confronti con la cittadinanza sul nuovo piano di mobilità: "Positive le considerazioni emerse. Ora vanno ascoltati i commercianti ma l'impianto rimarrà quello". I pareri di validità tecnica e giuridica tardano ad arrivare: "Potremmo non riuscire ad arrivare in Consiglio a luglio. Non è un dramma"
- caricamento letture
Carancini e giunta assemblea park sì _Foto LB (2)

Il sindaco Romano Carancini durante l’incontro pubblico per spiegare il piano di mobilità

 

di Claudio Ricci

«C’è soddisfazione perché stiamo compiendo un percorso di partecipazione su un progetto importante. Quella di ieri è stata una mobilitazione che non era scontata. Da parte dell’amministrazione c’è la prova evidente di un percorso condiviso e partecipato che è un po’ la cifra di questo secondo mandato». A parlare è il sindaco Romano Carancini all’indomani del confronto con i cittadini sul nuovo piano di mobilità del centro di Macerata che include il riscatto della gestione del Park Sì (leggi l’articolo). Posti per i residenti in via Gramsci, via XX Settembre e via Domenico Ricci con permessi speciali a pagamento per lasciare l’auto intorno alle mura: questo il passo indietro fatto dall’amministrazione per i residenti. «Le significative considerazioni venute dopo l’incontro ci danno modo di essere soddisfatti e di spingerci oltre rispetto ad altre situazioni che vanno ascoltate – commenta il sindaco – Qualche ulteriore considerazione con i commercianti va fatta, senza modificare però l’impianto che è quello presentato ieri». Un’assemblea dai toni pacati – ben diversa dal faccia a faccia con i residenti in Comune – in cui la giunta sembra essere arrivata all’impianto finale del progetto (con qualche concessione in più per i residenti)  che porterà alla delibera definitiva da portare al Consiglio comunale. Ma se fino a ieri c’era ottimismo sulla scadenza di fine luglio oggi il sindaco sembra essere più cauto sull’approdo in assise prima delle ferie: «Il percorso complessivo per la presentazione della delibera potrebbe slittare – dice il sindaco. Stiamo finendo di raccogliere tutti i pareri di validità e legittimità dell’operazione. Seppure abbiamo qualche speranza di farcela entro luglio, potrebbe accadere che si vada all’inizio di settembre. Non è un dramma. E’ un atto strumentale che da valore della partecipazione. Completiamo la fase di ascolto e una volta ottenuta tutta la documentazione la metteremo a disposizione di tutti i consiglieri».

La Giunta durante l'incontro di ieri sera

La Giunta durante l’incontro di ieri sera

incontro sindaco con commercianti e residenti per pedonalizzazione parksì carancini micozzi foto ap (8)

Carancini durante il primo incontro in comune, alle spalle il segretario del Pd Paolo Micozzi

All’appello mancano ancora i pareri sulla validità tecnica e giuridica del riscatto da Saba della concessione del Park Sì. «Stiamo aspettando la validità di house providing per l’assegnazione del servizio ad Apm (affidata al centro studi enti locali e agli uffici comunali), la relazione tecnico-giuridica (di cui è stato incaricato l’avvocato Alessandro Lucchetti di Ancona), la valutazione di congruità sotto il profilo immobiliare (su cui sta lavorando il dirigente dell’ufficio Tecnico Tristano Luchetti) e la relazione di Apm sul piano economico-finanziario». Documenti richiesti in primis dal gruppo consiliare del Pd che prima di avallare l’operazione ParkSì vorrebbe vederci chiaro, come ha fatto più volte capire il segretario Paolo Micozzi. I dubbi e i toni si fanno decisamente più aspri nell’opposizione dove Andrea Marchiori ha giudicato «folle» l’operazione di riscatto del parcheggio coperto – «a 2,5 milioni di euro» secondo il conteggio del consigliere di Forza Italia – che Carancini avrebbe voluto portare in assise prima delle ferie (leggi l’articolo). Un percorso non facile insomma quello che l’amministrazione ha voluto intraprendere coinvolgendo prima maggioranza, poi stampa e infine cittadinanza attraverso una serie di confronti che hanno toccato anche momenti di particolare tensione nel faccia a faccia con i residenti del centro in aula consiliare (leggi l’articolo). Ora l’annosa vicenda del ParkSì potrebbe slittare ancora e ritardare quella pedonalizzazione del punto cardine del programma elettorale di Carancini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X