Ventunenne s’impicca
Il corpo trovato dal padre

CIVITANOVA - Il giovane, disoccupato, si è tolto la vita nel garage dell'abitazione della nonna. Inspiegabili i motivi del gesto: non è stato lasciato nessun biglietto
- caricamento letture

 

La casa di via D'Annunzio

La casa di via D’Annunzio

 

di Laura Boccanera

 Si è legato la corda attorno al collo e ha deciso di farla finita. E’ morto così M.R., un ragazzo civitanovese di appena 21 anni, impiccatosi nel garage dell’abitazione della nonna. Una tragedia che ha lasciato sconvolti i genitori del ragazzo e la sorella, di poco più grande. Erano circa le 13.30 quando a fare la tragica scoperta è stato il padre del ragazzo. Lui ha ritrovato il corpo del figlio ormai privo di vita in via D’annunzio, una villetta di fronte alle casermette, nel quartiere San Marone. I genitori abitano proprio di fronte alla casa della nonna che il giovane frequentava spesso. Solo ieri pomeriggio era a dare una mano all’anziana con l’orto. Davvero inspiegabili i motivi del drammatico gesto: M.R. aveva frequentato l’istituto grafico pubblicitario e si era diplomato, attualmente non aveva proseguito gli studi e non aveva ancora trovato lavoro. Aveva una vita normale, molti amici, le serate fuori, un po’ di sport. Ignote le motivazioni del gesto e i carabinieri, giunti sul posto, non hanno trovato nessun biglietto o comunicazione che fornisse una qualsivoglia spiegazione. Sul posto anche la Croce Verde. La salma è stata poi portata all’obitorio dell’ospedale di Civitanova per l’ispezione cadaverica.

(Ultimo aggiornamento 16,30)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X