Summit in Prefettura per la Maceratese
Si potrà parcheggiare davanti allo stadio

Il deflusso verrà invertito, i tifosi locali usciranno prima degli ospiti e le auto potranno tornare a sostare dinanzi l'Helvia Recina
- caricamento letture
Questore-Roberto-Gentile-3-300x225

Il Questore di Macerata Roberto Gentile

 

di Andrea Busiello

E’ risultata proficua la riunione che si è tenuta stamattina in Prefettura tra il Questore Roberto Gentile, il Prefetto Pietro Giardina, il Sindaco di Macerata Romano Carancini, l’Assessore allo sport Alferio Canesin e l’Assessore Provinciale (delegato per l’occasione dal presidente Pettinari) Massimiliano Sport Bianchini in merito alle problematiche sollevate dalla Maceratese che in questi giorni stanno tenendo banco in città. A rappresentare la Provincia c’era Massimiliano Sport Bianchini che ha spiegato i punti salienti affrontati durante la riunione: “C’è la volontà di tutte le istituzioni di stare vicino alla Maceratese e questo è il primo punto da cui partire. La presidente Tardella ha fatto e sta facendo delle cose magnifiche per la città ed ha riportato un grande entusiasmo verso la squadra”. Le dimissioni del numero uno biancorosso  non sono passate inosservate ed in merito Questore e Prefetto hanno deciso due cose molto importanti per testimoniare comunque la vicinanza delle forze dell’ordine verso la Maceratese. E’ lo stesso Bianchini, con soddisfazione, a dire cosa si è deciso durante la riunione: “Innanzitutto il deflusso dei tifosi sarà inverso a come succeso fino ad oggi.

bianchini2-300x224

L’assessore provinciale Massimiliano Bianchini

A fine partita usciranno prima quelli della Maceratese e poi quelli dell’altra squadra. La seconda cosa importante che è stata decisa è che verrà riutilizzato il parcheggio dell’Helvia Recina per poter permettere a tutti i sostenitori biancorossi di poter posteggiare nelle vicinanze dello stadio. Solo in occasioni particolari, ovvero quando ci saranno partite ad alto rischio, si prenderebbe in considerazione l’ipotesi di chiuderlo”.

Queste mosse di interesse tangibile verso le esigenze della Maceratese porteranno con ogni probabilità al ritiro delle dimissioni dell’intero Cda biancorosso. “La settimana prossima – prosegue Bianchini – prima dell’importante gara contro il San Cesareo ci sarà un’ulteriore riunione tra Questore, Prefetto, Sindaco di Macerata, Assessore allo sport, Presidente della Provincia e la presidente Tardella per fare il punto della situazione e vedere di poter venir incontro il più possibile alle esigenze che la presidentessa sottoporrà alle istituzioni.

 

canesin_alferio

L’assessore allo Sport Alferio Canesin

Anche l’Assessore Alferio Canesin è molto soddisfatto della riunione svoltasi in mattinata: “Ho notato una grande disponibilità da parte del Questore e del Prefetto verso le esigenze della Maceratese – dice Canesin – La tifoseria della Maceratese va rispettata e a noi come Comune ci è sembrato assurdo l’eccesso di prudenza attuato nella partita di domenica scorsa contro il San Nicolò. Comunque la responsabilità della sicurezza allo stadio rimane sempre delle forze dell’ordine che però avranno d’ora in avanti avranno meno rigidità di quella attuata fino ad oggi. Effettuare il deflusso prima dei tifosi di casa e riaprire il parcheggio dello stadio sono due cose molto importanti”. Lunedì o martedì il prossimo incontro ma gli spiragli per i tifosi della Maceratese sembrano essere positivi.

***

Gli articoli precedenti:

– Lavori all’Helvia Recina, amministrazione sotto attacco (leggi l’articolo);

– Carancini: “La Tardella è ingiusta, Comune sempre vicino alla Maceratese” (leggi l’articolo);

– Sicurezza allo stadio, mano tesa dal Questore: “Disponibili a rivedere la viabilità” (leggi l’articolo);

– “Tifosi della Maceratese trattati come bestie”, la Tardella e il cda si dimettono (leggi l’articolo) 

Tardella-7-300x226

Maria Francesca Tardella

giardina

Pietro Giardina – Prefetto di Macerata



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X