Prevenzione in caso di terremoto?
“A Macerata neanche un piano di evacuazione”

L'indignazione del nostro lettore Stefano Feliciani dopo aver scoperto che non c'è un punto di attesa come previsto dalla Protezione Civile
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

terremoto-epicentroDal nostro lettore Stefano Feliciani riceviamo:
Oggi pomeriggio passeggiando in piazza ho incontrato i volontari degli alpini (bravissima gente) che mi hanno gentilmente consegnato un libriccino , “ terremoto, io non rischio”. Bello! Mi sono detto, la protezione civile tramite i volontari ci fa sapere cosa fare e come comportarci in caso di terremoto, benissimo dico…qualcosa che funziona c’è!  Tra le cose da fare si dice anche “ raggiungere le aree di attesa previste dal Piano di protezione civile del tuo Comune”. Allora ritorno dai volontari degli Alpini e chiedo dove sia questo punto (lo ammetto sono ignorante e non so dov’è).

La risposta è stata “ non c’è!” A quanto pare non c’è nè il piano di evacuazione nè esiste un punto di ritrovo dove andare in caso di terremoto. Non ci posso credere, ma come il nostro territorio, il nostro Comune non ha un piano di evacuazione? Non ha un punto di attesa dove andare? Leggo spesso che la prevenzione è la migliore cosa da fare , perché allora tra le tante discussioni che si fanno in Comune non viene inserito anche questo?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X