Presidente Tardella: perchè scatenare la tempesta nella Maceratese?

SOMMA ALGEBRICA - Il suo attacco a Massimo Paci sorprende per il contesto in cui è stato sferrato
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

SCATTOLINI-2-300x225di Enrico Maria Scattolini

MARIELLA, PERCHE’? La dottoressa Maria Francesca Tardella (Mariella, per gli amici) ha tanti carismi (+), ma probabilmente non quello del tempismo (-). Perché scatenare (o minacciare di scatenare) la tempesta in pieno clima natalizio e con la sua Maceratese ai vertici della classifica, dopo tanti anni tribolati? Il suo durissimo attacco al dottor Massimo Paci, nell’intervista rilasciata qualche giorno fa all’ottimo Filippo Ciccarelli (leggi l’articolo), sorprende non tanto per i suoi contenuti, quanto per il contesto in cui è stato sferrato. La rottura dei rapporti fra la Tardella ed il suo ex presidente è infatti nota da tempo, come pure i motivi del contendere. Che sostanzialmente sono di natura finanziaria, oltre che caratteriali. Infatti da tempo si sapeva che Paci, pur partecipando con voto favorevole (per correttezza) all’assemblea straordinaria della Maceratese srl che lo scorso novembre ha deciso l’aumento del capitale sociale, non ne avrebbe sottoscritto il 50% di sua competenza per il semplice motivo che dalla fine del campionato 2010/2011 è di fatto fuori dalla società. Dov’è allora la sorpresa per la rinuncia alla sua opzione? Riguardo poi al mancato versamento del contributo dal medesimo promesso (60.000 euro), Paci sosterrebbe di aver onorato impegni della precedente gestione biancorossa oltre i limiti concordati all’atto del…. divorzio. In ogni caso, situazioni da chiarire all’interno della Srl. E magari da metterci una pietra sopra, per la tranquillità dei giocatori biancorossi   che stanno preparandosi all’importante confronto diretto con la Fermana (11 gennaio prossimo) e che avrebbero quindi bisogno di allenarsi in tutt’altro ambiente. Un po’ come hanno fatto, nella precedente stagione, i sostenitori del “terzo polo”, i cui finanziamenti  – qualche decina di migliaia di euro – non sono mai stati convertiti in c/capitale della Maceratese Srl, passaggio che avrebbe loro probabilmente consentito la successiva acquisizione di una parte delle quote cedute a titolo gratuito da Mosca. Ciò nonostante un paio di loro continuano a contribuire anche quest’anno, senza nulla chiedere. E qui scrivo per esperienza diretta! (La dottoressa Tardella, in quei giorni Direttore generale della società, dovrebbe conservarne memoria). Saluti ed auguri per l’anno nuovo. Che sia sereno dipende da tutti. Cominciando dal Palazzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X