Pettinari: “Sarò il presidente di tutti”
Capponi: “Il mio vice ha vinto grazie
agli accordi sotto banco”

Le dichiarazioni dei ballottanti (GUARDA I VIDEO)
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

P1040004-300x225di Alessandra Pierini, Lucia Paciaroni e Beatrice Cammertoni

La vittoria di Tonino Pettinari è stata accolta dai componenti del suo partito, al pari di uno scudetto, con bandiere e trombe da stadio. Il presidente non si scompone e nonostante la gioia, i baci e gli abbracci di quanti si congratulano con lui, ha le idee ben chiare, parla con voce ferma e decisa: «Sarò il presidente di tutti – ha dichiarato appena giunto nella sua sede elettorale, dopo aver saputo il risultato – chiedo a tutti di mettersi intorno ad un tavolo che coinvolga anche coloro che non mi hanno votato e ragionare per fare il meglio di questo territorio». GUARDA IL VIDEO La Provincia di Macerata ha avuto addosso in questo turno elettorale gli occhi della politica nazionale e queste votazioni sono state l’occasione per consolidare l’alleanza tra le forze dai progressisti ai moderati, con l’Udc a fianco della coalizione di centro sinistra, sperimentato lo scorso anno in Regione. «Da Macerata – ha precisato – parte un messaggio  che dovrà raggiungere tutta Italia e soprattutto questa voglia di cambiamento  è il segnale che questo governo non è quello che la gente vuole». Pettinari ha anche risposto alle accuse di un accordo sottobanco con Sel: «Altro che accordi e compravendita, non c’è niente di tutto ciò e gli altri si devono vergognare per queste accuse. Chi è incredulo non capisce che possono esistere anche atti di generosità nel mercatino che loro hanno creato».
capponi_pettinari_00241-300x290Franco Capponi è visibilmente amareggiato per la sconfitta su Pettinari,  nella terza campagna elettorale per la Provincia di Macerata che lo ha visto  protagonista nel giro di 7 anni: «Ricordo che Pettinari è stato fino ad un anno fa il mio vice presidente -ha sottolineato –  e  che ha vinto solo grazie ad accordi sotto banco. C’è da affrontare una riorganizzazione nel modo di fare politica. Il Pdl in alcuni casi poteva fare di più, penso ad esempio a Civitanova Marche e anche questo sarà argomento di discussione e confronto». GUARDA IL VIDEO
L’ottimo risultato ottenuto dal centro sinistra dipende anche dai voti di Sel che ha dato indicazioni di voto precise ai suoi elettori ma che negano qualsiasi accordo non fatto alla luce del sole: «Non abbiamo trattato sugli incarichi – spiega Francesco Acquaroli, candidato di Sel al primo turno, che ha  brindato col neo presidente all’ingresso della Prefettura – noi faremo opposizione al centro sinistra  e faremo valere il nostro progetto che continua ad essere qualcosa di diverso».


***

(Presto su Cronache Maceratesi altre interviste e tutte le foto dei protagonisti)

spacca_capponi_0038-300x249

giannini_00081-300x199

martini_bianchini_00131-300x199

carancini_pettinari_00191-300x191

piazzapett_0044-300x196



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X