Capponi chiede a Pettinari
il faccia a faccia

Il candidato presidente del centrodestra propone un confronto pubblico al Palasport Fontescodella
- caricamento letture
capponi-e-pettinari-stretta-di-mano

La stretta di mano tra Capponi e Pettinari (foto Picchio)

Franco Capponi chiede il faccia a faccia. “Visto che il candidato del centrosinistra si è sempre nascosto – scrive il candidato presidente del centrodestra – dietro il fallimentare ‘laboratorio Marche’, che ha raccolto solo un misero 43% e lo stesso che voleva riproporre sul nostro territorio la strana alleanza tra Pd, Udc, Idv, Api, pensiamo che sia ora di uscire allo scoperto. Stiamo vivendo una campagna elettorale anomala, ritorniamo al voto dopo appena due anni e il mio vicepresidente invece che fare squadra ha deciso di diventare il portabandiera dell’altro schieramento, un aspetto umano che potrebbe fare presa sugli elettori ma che ora non ci interessa perché quello che ci preme è far capire ai maceratesi qual è la verità. Visto che dall’altra parte ancora non risulta chiara quale sarà l’alleanza, che noi supponiamo sia poco trasparente e soprattutto stia coinvolgendo la sinistra radicale, proprio la stessa sinistra che avrebbe dovuto essere l’agnello sacrificale del laboratorio Marche di Spacca, è ora di farsi vedere. Per questo caro Pettinari, visto che non siamo ancora riusciti ad incontrarci di persona nei vari confronti organizzati da giornali, tv e libere associazioni, ti chiedo un confronto pubblico, allargato, aperto e democratico, con conduttori neutrali e in un luogo apolitico come potrebbe essere il palasport Fontescodella, in cui chiarire finalmente i programmi per il territorio e le alleanze politiche, trasparenti o no perché la nostra ipotesi è che si stia tentando un’alleanza sottobanco con il Sel che non può che penalizzare enormemente la nostra Provincia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X